Tropical Storm Daniel Spawns Giant 'Hot Towers'

{h1}

Un satellite che scrutava nella tempesta tropicale daniel ha visto svettanti "torri calde" - vaste nubi di pioggia alte fino a 9 miglia - all'interno della tempesta.

La tempesta tropicale Daniel, la quarta tempesta nominata della stagione del Pacifico orientale, ha ruggito alla vita nell'Oceano Pacifico, e un satellite che scruta attraverso la cima della tempesta ha scorto nuvole di pioggia alte 9 miglia (14 chilometri) all'interno della tempesta.

Queste nubi altissime, conosciute come "torri calde" perché sono esposte in alto nell'atmosfera dal calore latente, sembrano essere un segno rivelatore che una tempesta si rafforzerà. I ricercatori della NASA hanno scoperto che quando una tempesta turbinante ha torri calde verso il centro, è due volte più probabilità di ottenere energia rispetto alle tempeste rotanti a cui mancano le alte nuvole di pioggia. Questo è stato il caso di Daniel.

Un satellite della NASA ha scattato un'immagine delle torri calde il 4 luglio, quando la tempesta in rapida crescita era ancora una depressione tropicale senza nome - una tempesta organizzata e rotante, ma senza la piena forza di una tempesta tropicale, che deve avere venti di almeno 39 mph (63 km / h).

Abbastanza sicuro, la tempesta ha guadagnato il potere. Nelle prime ore del 5 luglio, i suoi venti hanno accelerato fino a 45 mph (75 km / h), e la tempesta tropicale Daniel è nata. Le tempeste prendono il nome solo quando raggiungono lo stato di tempesta tropicale.

L'immagine satellitare delle nuvole di Daniel ha rivelato che la tempesta stava facendo piovere a una velocità di oltre 2 pollici (50 millimetri) all'ora.

La tempesta ha continuato a rafforzarsi, e sta impaccando venti di 70 miglia all'ora (110 km / h), solo 4 mph in meno delle velocità del vento richieste per lo stato degli uragani. I meteorologi del National Hurricane Center si aspettano che Daniel diventi un uragano più tardi oggi (6 luglio).

La tempesta si trova a 650 miglia (1.045 km) a sud della penisola di Baja, nel Messico, e si sta spostando più lontano verso il mare, non costituendo una minaccia per la terra.

La quarta tempesta nominata dal bacino del Pacifico arriva in un momento in cui l'Oceano Atlantico è tranquillo. Finora, quattro tempeste hanno preso vita in quel bacino oceanico, che ha registrato alcune delle prime tempeste nominate mai registrate.

Eppure, nonostante l'ondata di attività all'inizio della stagione, i meteorologi si aspettano ancora una stagione di uragani quasi normale per l'Atlantico.

Le prospettive stagionali richiedono un totale di nove o quindici tempeste nominali. Di quelle tempeste, tra le quattro e le otto è probabile che diventino degli uragani, e tra uno e tre è probabile che diventino i maggiori uragani.

Segui OurAmazingPlanet per le ultime novità in scienze della terra e di esplorazione su Twitter @OAPlanet e via Facebook.


Supplemento Di Video: Super Hurricanes and Typhoons.




Ricerca


Dov'È La Neve?
Dov'È La Neve?

Perché La Stagione Degli Uragani Alza Oggi
Perché La Stagione Degli Uragani Alza Oggi

Scienza Notizie


Che Diavolo È Questo Blob Ardente?
Che Diavolo È Questo Blob Ardente?

5 Strani Fatti Culturali Sulla Corea Del Nord
5 Strani Fatti Culturali Sulla Corea Del Nord

Continua L'Allarmante Declino Delle Tartarughe Pacific Leatherback
Continua L'Allarmante Declino Delle Tartarughe Pacific Leatherback

Foto: Sauropodi Giganti Arrancati Lungo Nella Laguna Scozzese
Foto: Sauropodi Giganti Arrancati Lungo Nella Laguna Scozzese

Jet Stream Dirige Le Correnti Atlantiche
Jet Stream Dirige Le Correnti Atlantiche


IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com