Poi Ci Sono Stati 5: Inside The Race Per Salvare Il Rinoceronte Bianco Settentrionale

{h1}

I ricercatori corrono contro il tempo per salvare il rinoceronte bianco settentrionale. Sopravvivono solo cinque sottospecie, incluso un solo maschio.

Per decenni, gli umani hanno massacrato i rinoceronti africani, spinti dalla domanda del mercato della medicina orientale per le loro corna. In una riserva in Kenya, il risultato finale di questa decimazione vive la sua vecchiaia sotto la guardia armata, il suo corno agganciato per renderlo meno prezioso per i bracconieri. Tale è la vita del Sudan, l'ultimo maschio rinoceronte bianco settentrionale sulla Terra.

Ora, i ricercatori dell'Ol Pejeta Conservancy, la casa del Sudan e altrove si stanno affrettando a salvare questa sottospecie, di cui rimangono solo cinque individui. A questo punto una gravidanza naturale è impossibile, secondo gli esperti, che invece si sono rivolti alla tecnologia riproduttiva assistita. E sebbene il Sudan sia l'unico maschio rinoceronte bianco settentrionale rimasto vivo, la vera sfida tecnica verrà nel raccogliere abbastanza uova dalle quattro femmine restanti per ottenere un rinoceronte vitale.

"È una specie di corsa contro il tempo", ha dichiarato Richard Vigne, CEO di Ol Pejeta. "Quelle femmine restanti potrebbero morire tutte domani e una volta che se ne saranno andati, la fonte delle uova scomparirà". [In foto: Gli ultimi 5 rinoceronti bianchi del Nord]

Rinascinare i rinoceronti

Il rinoceronte bianco settentrionale (Ceratotherium simum cottoni) non è scomparso dall'oggi al domani. La sottospecie ha avuto la sfortuna di esistere in aree lacerate da conflitti, povertà e guerra: Uganda, Sudan, Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo e Ciad. Sebbene negli anni '60 ci fossero almeno 2000 rinoceronti bianchi settentrionali che varcano questo habitat, secondo il Conservatorio di Ol Pejeta, il bracconaggio umano ha battuto il loro numero a dozzine di dozzine nel Parco Nazionale del Garamba, nella Repubblica Democratica del Congo, negli anni 2000.

Nel 2005, quattro bianchi del nord vagavano ancora per Garamba, ma non sono stati visti dal 2007, e la sottospecie ora si presume estinta in natura.

I conservazionisti hanno lanciato l'allarme sui rinoceronti bianchi settentrionali per decenni, ma gli sforzi per salvare la sottospecie sono diventati urgenti, in particolare perché gli anziani rinoceronti ancora in cattività cominciano a morire. Nell'ottobre 2014, Ol Pejeta ha perso il 34enne Suni, un maschio. Pochi mesi dopo, a dicembre, il penultimo rinoceronte bianco settentrionale della Terra, Angalifu, morì nello zoo di San Diego.

E poi c'erano cinque

Ora rimangono solo cinque rinoceronti bianchi settentrionali, e le possibilità che uno di loro si riproduca naturalmente sono minuscole. Quest'anno il Sudan compirà 42 anni, e riesce a malapena a montare una femmina, ha detto Vigne. Anche la qualità del suo sperma è scarsa, probabilmente a causa della sua età.

Inoltre, le due femmine di Ol Pejeta, Najin e Fatu non sono in grado di condurre una gravidanza. Najin è vecchia e ha problemi con le gambe che le rendono impossibile sostenere il peso di un uomo che la sta montando, e probabilmente impossibile per lei portare il peso extra di una gravidanza di rinoceronte lunga 16 mesi. Fatu ha una condizione uterina che rende improbabile la sua riproduzione, ha detto Vigne.

Najin e Fatu sono due dei quattro rimanenti rinoceronti bianchi settentrionali rimasti.

Najin e Fatu sono due dei quattro rimanenti rinoceronti bianchi settentrionali rimasti.

Credito: Erico Hiller

Nola, l'unica femmina di rinoceronte bianco settentrionale dello zoo di San Diego, è vecchia almeno quanto il Sudan, nell'era riproduttiva più lontana. Il quinto e ultimo rinoceronte bianco settentrionale è rimasto Nabire, una femmina di 31 anni allo zoo di Dvur Kralove nella Repubblica Ceca - e ha cisti uterine.

Rhino IVF

Ora che i tentativi di riproduzione naturale sono falliti, veterinari e ambientalisti si stanno rivolgendo alla fecondazione in vitro (IVF) per cercare di salvare la sottospecie. Nella fecondazione in vitro, le uova vengono estratte da una femmina e vengono fecondate dallo sperma estratto da un maschio in una coltura di laboratorio. Dopo alcuni giorni di sviluppo, l'embrione risultante viene reimpiantato nell'utero per crescere.

Questo potrebbe sembrare semplice in un mondo in cui i bambini umani nascono attraverso la fecondazione in vitro ogni giorno, ma nessuno ha mai condotto con successo la procedura su un rinoceronte. [5 miti sui trattamenti per la fertilità]

"Ogni specie richiede differenti condizioni di coltura, e questo perché le condizioni effettive nell'utero nell'animale sono diverse", ha detto Barbara Durrant, direttore della fisiologia della riproduzione presso l'Istituto dello zoo di San Diego per la ricerca sulla conservazione.

Quindi, in primo luogo, i ricercatori devono sviluppare una procedura di fecondazione in vitro di rinoceronte. Stanno iniziando con un progetto sviluppato per i cavalli, ha detto Durrant a WordsSideKick.com, che sono parenti stretti di rinoceronti. Sfortunatamente, ha detto Durrant, l'IVF si è dimostrata difficile nei cavalli.

E i rinoceronti hanno le loro sfide. I loro tratti riproduttivi sono grandi e di difficile accesso. Come gli umani, si ovulano solo ogni 30 giorni circa, il che significa che ci sono poche uova mature da raccogliere. I ricercatori possono raccogliere uova immature direttamente dalle ovaie, ma prima devono imparare come farle maturare fuori dal corpo, ha detto Durrant.

Successivamente, queste uova devono essere fecondate. Al fine di salvare prezioso, limitato sperma di rinoceronte bianco settentrionale, Durrant e i suoi colleghi a San Diego stanno lavorando su una tecnica chiamata iniezione spermatica intracitoplasmatica. Con questo metodo, i ricercatori scelgono una singola cellula spermatica e la iniettano direttamente in un uovo, invece di bagnare un uovo nello sperma. I ricercatori di Ol Pejeta e dello zoo di Dvur Kralove stanno lavorando allo stesso modo per raccogliere uova dai loro bianchi del nord e per sviluppare procedure di fecondazione in vitro.I custodi di tutti e tre i continenti in cui risiedono i rinoceronti lavorano a stretto contatto su questi sforzi, ha dichiarato Jan Stejskal, direttore della comunicazione e dei progetti internazionali allo Zoo Dvur Kralove. (Ol Pejeta ha una campagna di crowdsourcing per la protezione dei loro rinoceronti).

Poiché sono rimasti così pochi bianchi del nord, tutta la sperimentazione della FIV viene eseguita su una sottospecie strettamente correlata, il rinoceronte bianco meridionale. In definitiva, se i ricercatori possono creare vitali rinoceronti nordici bianchi, i bianchi meridionali fungeranno da surrogati per portare gli embrioni a termine. Le probabilità di una gravidanza riuscita, anche di una gravidanza assistita, in una delle rimanenti femmine bianche settentrionali sono semplicemente troppo piccole.

Piani alternativi

Finora, ha detto Durrant, restano grandi sfide per il rinoceronte IVF.

"È stato fatto una volta - in realtà, forse due volte - senza uno sviluppo embrionale oltre lo stadio a due cellule", ha detto.

Quindi i ricercatori stanno proteggendo le loro scommesse. A San Diego, Durrant e il suo team stanno esplorando tecnologie genetiche avanzate: hanno raccolto le normali cellule di rinoceronte e le hanno trasformate in cellule staminali, che sono cellule capaci di trasformarsi in qualsiasi tipo di cellula del corpo, compresi lo sperma e l'uovo.

I ricercatori hanno cellule immagazzinate da 12 diversi bianchi del nord, ha detto Durrant. Se riescono a ottenere ovuli e spermatozoi vitali da queste cellule, non dipenderanno dai bianchi del nord viventi, né dalle uova e dallo sperma immagazzinati dai pochi animali rimasti.

"Potremmo avere una fonte di uova che potremmo effettivamente produrre in laboratorio", ha detto Durrant.

Scenari peggiori

Se tutto il resto fallisce, la corsa per salvare il rinoceronte bianco del nord potrebbe finire per salvare alcuni dei suoi geni. I ricercatori potrebbero essere in grado di inseminare artificialmente i rinoceronti bianchi del sud con lo sperma del rinoceronte bianco nordico congelato, creando vitelli incrociati, ha detto Vigne.

"Ora, non è l'ideale", ha detto. "Ma quello che farebbe, supponendo che il vitello sia vitale come un animale e riproducibile percorribile, è salvare alcuni dei tratti genetici che sono attualmente presenti nei rinoceronti bianchi del nord puro, e che sarebbero necessari in futuro per reintrodurre i rinoceronti bianchi in Africa centrale."

In altre parole, la specie sarebbe scomparsa, ma alcuni degli adattamenti che gli hanno permesso di sopravvivere nel suo habitat sarebbero sopravvissuti. Questa diversità genetica potrebbe essere cruciale per i rinoceronti nel loro insieme, in quanto il bianco settentrionale non è certo l'unica specie sull'orlo del baratro. Ci sono meno di 5.000 rinoceronti neri (Diceros bicornis) sinistra. In Indonesia, ci sono solo 35 rinoceronti di Giava (Rhinoceros sondaicussinistra, e raramente più rinoceronti di Sumatra (Dicerorhinus sumatrensis). [Vedi le foto di tutte e 5 le specie di rinoceronte]

"Quello che è successo al rinoceronte bianco in realtà potrebbe accadere altrettanto facilmente ad altre specie di rinoceronti in tutto il mondo", ha detto Vigne. Le tecniche di IVF sviluppate per salvare il bianco settentrionale potrebbero essere raccolte per salvare altre specie, ha aggiunto.

La domanda, ovviamente, è se una qualsiasi di queste tecniche di IVF avrà successo - e quando. In circostanze ideali, senza blocchi stradali sorprendenti, potrebbe essere possibile ottenere una gravidanza praticabile in cinque anni, ha detto Durrant. Alcuni dei rinoceronti bianchi sopravvissuti di oggi possono vivere abbastanza a lungo da vedere la prossima generazione.

Ma cinque anni sono una stima ottimistica.

"Penso che avremo successo nel salvare la specie", ha detto Vigne. "Ma potrebbe significare che gli ultimi animali rimasti sul pianeta muoiano per primi."

Segui Stephanie Pappas su cinguettioe Google+. Seguici @wordssidekick, Facebook& Google+. Articolo originale su WordsSideKick.com.


Supplemento Di Video: The Food Matrix - 101 Reasons to Go Vegan.




Ricerca


L'Embrione Del Dinosauro Colossale È Stato Conservato Per 90 Milioni Di Anni
L'Embrione Del Dinosauro Colossale È Stato Conservato Per 90 Milioni Di Anni

Origini Del Sistema Nervoso Umano Trovato Nelle Spugne
Origini Del Sistema Nervoso Umano Trovato Nelle Spugne

Scienza Notizie


Emozioni Dei Cani
Emozioni Dei Cani

I Più Grandi Misteri: Quante Specie Esistono Sulla Terra?
I Più Grandi Misteri: Quante Specie Esistono Sulla Terra?

La Fertilizzazione Degli Oceani Potrebbe Ridurre Il Riscaldamento Globale?
La Fertilizzazione Degli Oceani Potrebbe Ridurre Il Riscaldamento Globale?

I Corvi Di Hitchcockian Diffondono La Parola Sugli Esseri Umani Crudeli
I Corvi Di Hitchcockian Diffondono La Parola Sugli Esseri Umani Crudeli

Mangiare Crosta Di Pane Ti Dà I Capelli Ricci?
Mangiare Crosta Di Pane Ti Dà I Capelli Ricci?


IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com