La Scienza Della Prima Guerra Mondiale: Aeroplani

{h1}

Nei secoli che precedettero la prima guerra mondiale, le guerre furono intraprese a terra o dalle marine in alto mare. Ma nel momento in cui "la guerra per porre fine a tutte le guerre" iniziò nel 1914, gli aerei avevano catturato l'attenzione del pubblico e anche i leader militari lo notarono.

Nei secoli precedenti la prima guerra mondiale, le guerre furono intraprese a terra o dalle marine in alto mare.

Ma quando "la guerra per porre fine a tutte le guerre" iniziò nel 1914, una nuova macchina volante aveva catturato l'attenzione del mondo. Un immigrato tedesco di nome Gustave Whitehead, secondo quanto riferito, ha volato con un aereo più pesante dell'aria, sopra Fairfield, nel Connecticut, nel 1901, e i fratelli Wright sono saliti in aria due anni dopo.

Mentre le nuvole di guerra si raccoglievano in Europa, gli aerei erano ancora rozze, inaffidabili novità considerate inutili da alcuni pianificatori militari. Ma altri osservarono più a lungo: nel 1915, l'ammiraglio britannico Jacky Fisher scrisse: "La guerra sarà vinta dalle invenzioni". La storia gli farebbe bene. [Foto: La grande guerra: Prima guerra mondiale, 1914-1918]

Duelli nell'aria

Prima della prima guerra mondiale, gli aerei e altri congegni volanti come dirigibili e mongolfiere venivano usati principalmente per la ricognizione. Nel 1911, gli italiani - in guerra con la Turchia - lanciarono granate a mano su truppe nemiche da un monoplano costruito in Germania, segnando il primo uso offensivo di un aereo in guerra.

Ma pochi aerei erano inizialmente disponibili per la guerra nel 1914 - la Francia, per esempio, aveva una flotta di meno di 140 aeroplani - e quelli non erano progettati per la guerra. La maggior parte poteva volare solo per due o tre ore, non aveva armi installate ed era piuttosto lenta.

Si consideri, ad esempio, il B.E.2c, un biplano britannico con una velocità massima di circa 72 mph (116 km / h). Con un motore da 90 cavalli - paragonabile al motore fuoribordo su una piccola barca per i bassi - e un tempo di volo di non più di tre ore, il B.E.2c probabilmente non ha spaventato i generali tedeschi.

E senza mitragliatrici o altre armi, i primi duelli aerei erano poco più che duelli aerei: i piloti di solito portavano pistole e fucili per sparare ai piloti nemici. In un incontro sul Belgio nel 1914, un aviatore britannico la cui pistola era priva di munizioni semplicemente gettò la pistola contro un pilota tedesco (e perse).

I bombardamenti nei primi mesi della prima guerra mondiale furono altrettanto colpiti: un co-pilota (se ce n'era uno) avrebbe semplicemente lanciato una piccola bomba sul lato dell'aereo. In realtà colpire un bersaglio era più una questione di fortuna che di abilità.

Nessun obiettivo era inaccessibile

Nonostante questi primi limiti, i pianificatori militari e gli assi volanti vedevano un grande potenziale nelle loro macchine volanti. Mai prima d'ora i generali consideravano i bombardamenti obiettivi come le fabbriche di artiglieria che erano centinaia di miglia dietro le linee nemiche. Gli obiettivi non militari - ponti, ospedali, stazioni ferroviarie, quartieri degli affari, chiese e case civili - potrebbero anche essere presi di mira dall'alto.

Questa inquietante nuova minaccia aerea è stata apprezzata anche da osservatori come lo storico britannico e romanziere di fantascienza H.G. Wells, che ha scritto che l'Inghilterra "non è più, da un punto di vista militare, un'isola inaccessibile".

Piuttosto che continuare a riadattare gli aeromobili esistenti con le pistole, i progettisti militari e gli ingegneri presero il loro tavolo da disegno per inventare un tipo di aeromobile completamente diverso, progettato specificamente per i rigori della guerra. La tela tesa su telai in legno lascia presto spazio a tecniche di costruzione in lamiera.

Alla fine della guerra, gli ingegneri avevano sviluppato bombardieri come Handley-Page O / 400, il più grande bombardiere della Royal Air Force, con un'apertura alare di 100 piedi (30 metri). Alimentato da due motori da 360 cavalli, il bombardiere potrebbe volare per 8 ore a una velocità massima di 97 miglia all'ora (156 km / h) trasportando una tonnellata di bombe.

Geoffrey de Havilland, pioniere dell'aviazione inglese (e cugino delle attrici famose Olivia de Havilland e Joan Fontaine), progettò e costruì diversi biplani usati come bombardieri. Il suo aereo DH.4 del 1917, azionato da un motore Rolls-Royce da 250 cavalli, fu uno dei bombardieri più affidabili della guerra.

Anche gli aerei da caccia britannici guadagnarono una reputazione accanita con l'introduzione del Sopwith Camel del 1917, una meraviglia tecnologica con due mitragliatrici montate direttamente davanti all'abitacolo. I cannoni sparavano direttamente nelle pale dell'elica rotante senza colpirli con l'uso di un ingegnoso meccanismo di sincronizzazione. [I 10 esperimenti militari più oltraggiosi]

Il tedesco Luftstreitkräfte (l'ala volante dell'esercito tedesco) ha preso atto della superiorità aerea del Sopwith e ha risposto con la serie di aerei da guerra Fokker, in particolare il Fokker Dr.I, un triplano con una manovrabilità eccezionale che ha spinto Manfred von Richthofen - meglio conosciuto come il Barone Rosso - alla fama.

La cavalleria nell'aria

Il Barone Rosso, nato in una famiglia aristocratica prussiana, era forse il più noto dei cosiddetti "assi volanti" della prima guerra mondiale. È accreditato con 80 vittorie di combattimento aereo prima di essere colpito nel cuore durante un duello del 1918 nel nord della Francia. Atterrò il suo aereo in sicurezza, ma morì poco dopo.

Altri assi volanti hanno raggiunto una notevole fama, tra cui René Fonck della Francia (75 vittorie), Billy Bishop del Canada (72 vittorie), il britannico Edward Mannock (61 vittorie) e Eddie Rickenbacker degli Stati Uniti (26 vittorie).

In effetti, gli uomini che combatterono duelli coraggiosi nell'aria contribuirono a romanticizzare una guerra altrimenti brutale e orribile che fu combattuta in gran parte nelle fangose ​​trincee e nei campi di battaglia intrisi di sangue del nord Europa.

Anche se la stampa popolare ha reso gli eroi dei piloti da combattimento, che hanno prestato aria di eccitazione e cavalleria alla "Grande Guerra", il conflitto alla fine ha provocato la morte di oltre 17 milioni di civili e militari.

L'utilità degli aerei in guerra non fu mai più messa in discussione, e molti dei progressi compiuti nella progettazione e nella tecnologia degli aerei durante la prima guerra mondiale furono usati nella seconda guerra mondiale e nelle guerre successive.

Segui Marc Lallanilla su cinguettio e Google+. Seguici @wordssidekick, Facebook & Google+. Articolo originale su WordsSideKick.com.


Supplemento Di Video: Storia Dell'Aviazione - GUADALCANAL 1942 - Wildcat vs Zero (ITA).




Ricerca


Questo Piano Per Riportare Una Specie Di Cavallo Ghiacciato Estinto È Un Colpo Estremo Estremo, Dicono Gli Scienziati
Questo Piano Per Riportare Una Specie Di Cavallo Ghiacciato Estinto È Un Colpo Estremo Estremo, Dicono Gli Scienziati

Nell'Era Glaciale Dell'Indonesia, Le Persone Facevano Gioielli E Arte
Nell'Era Glaciale Dell'Indonesia, Le Persone Facevano Gioielli E Arte

Scienza Notizie


Vuoi Perdere Peso? Meno Americani Dicono Di Sì
Vuoi Perdere Peso? Meno Americani Dicono Di Sì

Perché Il Regno Unito Ha Appena Nominato Un Ministro Della Solitudine
Perché Il Regno Unito Ha Appena Nominato Un Ministro Della Solitudine

Mars Rover Curiosity Beams 1St Photos Back From Red Planet
Mars Rover Curiosity Beams 1St Photos Back From Red Planet

Perché I Bambini Sbattono A Malapena?
Perché I Bambini Sbattono A Malapena?

La Minaccia Delle Lenti A Contatto Che Causano La Cecità È Eccessiva
La Minaccia Delle Lenti A Contatto Che Causano La Cecità È Eccessiva


IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com