Rita Levi-Montalcini

{h1}

Rita levi-montalcini è una famosa biologa americana. Scopri di più su rita levi-montalcini su WordsSideKick.com.

Levi-Montalcini e la sua sorella gemella fraterna Paola sono nati a Torino, in Italia, il 22 aprile 1909, il più giovane di quattro figli. I loro genitori erano Adamo Levi, un ingegnere elettrotecnico e matematico, e Adele Montalcini, una pittrice di talento. Disinteressato a ruoli femminili limitati, all'età di 20 anni, Rita convinse suo padre a consentirle di entrare nella scuola di medicina dell'Università di Torino. Levi-Montalcini iniziò a lavorare con cellule nervose con il professore e il famoso istologista Giuseppe Levi, che divenne suo mentore e amico da molto tempo.

Nel 1936, ha conseguito la laurea in medicina con il massimo dei voti e si è iscritta alla specializzazione triennale in neurologia e psichiatria. Tuttavia, le turbolenze della seconda guerra mondiale hanno creato il caos nella vita di Levi-Montalcini. Nel 1939, il governo fascista italiano espulse gli ebrei dalle posizioni professionali. Levi-Montalcini, un'ebrea, si ritirò in un piccolo laboratorio che costruì a casa dei suoi genitori. Giuseppe Levi è venuto ad assistere Levi-Montalcini. Ma i pesanti bombardamenti del 1941 la costrinsero a trasferirsi in una casa di campagna in Piemonte, dove ricostruì il suo piccolo laboratorio.

Nel 1943, l'esercito tedesco invase l'Italia, mettendo in pericolo ancora di più Levi-Montalcini. Fuggì a Firenze e visse in clandestinità fino all'agosto del 1944, quando gli eserciti alleati costrinsero i tedeschi a uscire. Per molti mesi successivi, Levi-Montalcini ha lavorato come medico in un campo profughi di guerra. Levi-Montalcini potrebbe presto tornare con la sua famiglia a Torino e riprendere la sua posizione accademica.

Un articolo di Levi-Montalcini e Levi che riassumeva i loro esperimenti di guerra spinse il dottor Viktor Hamburger, presidente del dipartimento di zoologia dell'Università di Washington a St. Louis, nel Missouri, ad invitare Levi-Montalcini a lavorare per un semestre a Washington. Levi-Montalcini divenne così coinvolta che si trasferì negli Stati Uniti nel 1947 per insegnare e svolgere ricerche a Washington. Lei e Stanley Cohen hanno condotto una serie di esperimenti, tra il 1953 e il 1959, che hanno costituito la base per il loro lavoro vincitore del premio Nobel.

Levi-Montalcini è diventata cittadina degli Stati Uniti nel 1956, mantenendo anche la cittadinanza italiana. Quell'anno, divenne professore associato e nel 1958 professore ordinario, carica che mantenne fino al pensionamento nel 1977.

Nel 1962, Levi-Montalcini fondò un'unità di ricerca a Roma, dividendo poi il suo orario di lavoro tra Roma e St. Louis. Dal 1969 al 1978 è stata direttore dell'Istituto di biologia cellulare del Consiglio Nazionale delle Ricerche, a Roma.

Oltre a molti altri onori, nel 1968 Levi-Montalcini divenne la decima donna eletta alla prestigiosa Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti, fondata nel 1863. Dopo essersi ritirato dall'università di Washington, Levi-Montalcini tornò in Italia.

Levi-Montalcini ha scritto un'autobiografia "In Praise of Imperfection: My Life and Work" (1988).


Supplemento Di Video: Intervista a Rita Levi Montalcini per i suoi 100 anni.




IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com