Molte Donne (E Doc) Sono Al Buio Sul Numero 1 Killer - Heart Disease

{h1}

Le malattie cardiache sono il n. 1 killer di donne, ma non abbastanza donne sono a conoscenza di questa statistica, trova un nuovo studio. I medici hanno anche bisogno di rispolverare la salute del cuore e le donne.

Puoi nominare il n. 1 killer di donne negli Stati Uniti? Quasi la metà delle donne non può, un nuovo studio trova - e questo è un problema, dicono i ricercatori.

La risposta è una malattia cardiaca. Ma il 45% delle donne nel nuovo studio non era a conoscenza del fatto che questa condizione è la principale causa di morte per le donne negli Stati Uniti.

Circa 400.000 donne negli Stati Uniti sono morte a causa di malattie cardiache nel 2016 - un numero che è superiore a quello delle morti per tutte le tipologie di cancro, secondo lo studio, pubblicato oggi (22 giugno) sul Journal of the American College of Cardiology. [Heart of the Matter: 7 cose da sapere sul tuo Ticker]

L'incertezza che circonda le malattie cardiache nelle donne si estende anche ai medici, hanno detto i ricercatori. Solo il 22% dei medici di medicina generale nello studio ha dichiarato di sentirsi ben preparati a valutare il rischio di malattie cardiache nelle loro pazienti di sesso femminile.

"L'aumento della consapevolezza delle malattie cardiovascolari nelle donne si è arrestato senza grandi progressi in quasi 10 anni e negli ultimi dieci anni sono stati fatti pochi progressi nell'aumentare la consapevolezza del medico o l'uso di linee guida basate sull'evidenza per prendersi cura delle pazienti femminili", lo studio principale autore, il dottor C Noel Bairey Merz, cardiologo e direttore del Barbra Streisand Women's Heart Center presso il Cedars-Sinai Heart Institute di Los Angeles, ha dichiarato in una nota.

Nello studio, i ricercatori hanno intervistato più di 1.000 donne, di età compresa tra 25 e 60 anni, oltre a 200 medici di base e 100 cardiologi, circa i loro atteggiamenti, le loro conoscenze e le loro convinzioni relative alle malattie cardiache.

I ricercatori hanno scoperto che la consapevolezza che le cardiopatie sono il killer numero 1 delle donne era più bassa nelle donne con livelli di istruzione e reddito inferiori, così come nelle minoranze etniche.

Quasi i tre quarti delle donne nello studio (il 71%) hanno dichiarato di non aver "quasi mai" sollevato la questione della salute del cuore con il proprio medico, lo studio ha rilevato, e il 49% ha affermato che il proprio medico avrebbe parlato di salute cardiaca se era un problema

Ma solo il 39% dei medici di base intervistati ha dichiarato di considerare la cardiopatia una delle maggiori preoccupazioni per la salute delle donne. Piuttosto, i medici avevano più probabilità di valutare il peso e il cancro al seno come problemi pressanti più pressanti. Solo il 7% dei medici ha riferito di aver discusso delle malattie cardiache con i propri pazienti durante ogni visita.

Anche tra i cardiologi, meno della metà ha riferito di sentirsi ben preparati a valutare il rischio di malattie cardiache delle donne, hanno scoperto i ricercatori. È importante sottolineare che ci sono alcune differenze tra i cuori di uomini e donne, nel senso che sono necessari approcci diversi per trattare la malattia negli uomini e nelle donne.

E sebbene la maggior parte delle donne nello studio abbia riferito di aver fatto un esame di routine fisico o benessere nell'ultimo anno, solo il 40% ha dichiarato che l'esame includeva una valutazione della salute del cuore. Circa i tre quarti delle donne avevano almeno un fattore di rischio per le malattie cardiache, ma solo il 16% ha dichiarato di essere stato dichiarato a rischio dai propri medici. [Dove è il rischio di malattie cardiache il più alto e il più basso? (Maps)]

Una nota positiva, tra le donne che hanno avuto valutazioni sulla salute cardiaca, il 76% ha dichiarato che i loro medici hanno discusso i risultati con loro e il 96% ha dichiarato di aver compreso i risultati di queste discussioni.

Lo studio ha anche scoperto gli stimmi che circondano le malattie cardiache per le donne.

Ad esempio, i ricercatori hanno scoperto che il 26% delle donne ha dichiarato di trovare imbarazzante la cardiopatia, perché hanno ritenuto che il loro rischio fosse esclusivamente legato al loro peso. Sentivano che la loro malattia cardiaca era un segnale per gli altri che non stavano mangiando bene o esercitandosi. Infatti, il 45% delle donne intervistate ha dichiarato di aver cancellato o posticipato l'appuntamento con un medico fino a quando non sono riusciti a perdere qualche chilo. Ma ci sono molti altri fattori di rischio, tra cui la storia familiare, ipertensione, periodi mestruali irregolari e alcune complicazioni della gravidanza come la preeclampsia.

"Questi risultati suggeriscono la necessità di destigmatizzare le malattie cardiovascolari per le donne", ha detto Bairey Merz.

Originariamente pubblicato su WordsSideKick.com.


Supplemento Di Video: The Cannibal Warlords of Liberia (Full Length Documentary).




IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com