Jersey Devil: Impossible Animal Of Story & Legend

{h1}

Gli avvistamenti di jersey devil risalgono al 1700. Dalla maggior parte delle descrizioni, tuttavia, le sue caratteristiche sono anatomicamente impossibili.

Gli avvistamenti di Jersey Devil risalgono al 1700. Questa immagine proviene da un giornale di Filadelfia del 1909.

Gli avvistamenti di Jersey Devil risalgono al 1700. Questa immagine proviene da un giornale di Filadelfia del 1909.

Credito: pubblico dominio

Si dice che un diavolo perseguiti la boscosa Pine Barren del sud del New Jersey. Soprannominato il Jersey Devil, non è mai stato fotografato o catturato, ma è apparso in dozzine di libri, film e programmi televisivi tra cui "The X-Files".

La maggior parte dei resoconti suggeriscono che la creatura ha una faccia simile a un cavallo con le corna o le corna che spuntano dalla cima della sua testa. Cammina su due gambe, terminando con zoccoli intagliati o piedi di maiale. La forma generale del corpo assomiglia a un canguro, anche se ha le ali come un pipistrello. Alcuni dicono che ha una coda come una lucertola; altri dicono che non ha affatto la coda. Si dice che il mostro uccida cani, galline e altri piccoli animali, e lasci impronte spettrali dello zoccolo nella neve, e urla uno spaventoso stridio nell'oscurità boscosa.

Storia del diavolo di Jersey

Il diavolo di Jersey è il soggetto di una leggenda risalente agli inizi del XVIII secolo. Ci sono diverse varianti, ma una storia comune sostiene che una donna di nome Mother Leeds (che si credeva fosse stata la moglie di un Daniel Leeds) ha dato alla luce il suo tredicesimo figlio in una notte buia e tempestosa. Le voci dicevano che era una strega e portava il figlio del diavolo. Poco dopo la nascita, ha cambiato forma, crescendo ali, zoccoli e una testa equina. Volò nell'aria con un urlo raccapricciante, uccidendo una levatrice nel processo e dirigendosi verso i boschi.

Sembra una scena di un film horror o di un romanzo, troppo bizzarra per essere vera. E infatti Brian Dunning del podcast di Skeptoid nota che ci sono dei buchi nella famosa storia del diavolo di Jersey: "Guardando le fonti storiche, scopriamo presto che questa storia non è possibile... Sembra che non ci siano fonti contemporanee collegando Daniel Leeds o una delle sue mogli a un personaggio diabolico di qualsiasi tipo, e... Anche se i giornali del 1800 hanno stampato occasionalmente la storia di Mother Leeds come riportato nella leggenda, sembra che ci sia una totale mancanza di basi fattuali per ancorare a qualsiasi vera storia. "

Nonostante le sue origini nella leggenda, diverse persone hanno affermato di aver visto o incontrato il diavolo della Jersey negli ultimi 250 anni. In una sezione dell'enciclopedia "Folklore americano", il folklorista Angus Kress Gillespie osserva che "Il diavolo di Jersey rimase un'oscura leggenda regionale per gran parte del XVIII e XIX secolo, fino al 1909, quando una serie di presunti avvistamenti del" Diavolo "ispirarono un uomo d'affari di Philadelphia per inscenare una bufala: ha dipinto un verde canguro, ha attaccato ali finte alla creatura indifesa e l'ha esibito al pubblico ". La bufala del 1909 (e altri simili) ha ispirato ulteriori avvistamenti e resoconti, che continuano ancora oggi.

Qual è il diavolo di Jersey?

La creatura potrebbe essere reale? Le diverse caratteristiche del Jersey Devil sono la prova evidente che non esiste e non può esistere come un vero animale. La caratteristica più ovvia biologicamente plausibile sono le sue ali: avrebbero bisogno di essere molto più grandi e ancorate in una struttura muscoloscheletrica molto più massiccia, per sollevare il peso corporeo dell'animale nell'aria. Uccelli e pipistrelli possono volare perché i loro corpi sono relativamente leggeri; i muscoli pesanti e gli arti spessi del Jersey Devil non avrebbero mai funzionato; avresti miglior fortuna mettendo le ali di farfalla su un rinoceronte. La maggior parte delle immagini del Diavolo della Jersey sembra un mostro che un giocatore di Dungeons & Dragons delle scuole superiori potrebbe immaginare come un insieme di animali diversi e non correlati le cui caratteristiche non potrebbero mai esistere nello stesso animale, ma sembrare strane e spaventose.

Allora, qual è la spiegazione per il Jersey Devil? C'è molto poco da "spiegare"; abbiamo un mostro la cui origine è ovviamente radicata nel mito e le cui caratteristiche sono anatomicamente impossibili. Molti degli avvistamenti e dei rapporti erano falsi, anche se almeno alcuni dei testimoni oculari credevano davvero di aver visto qualcosa. È un errore cercare una causa specifica per tutti i resoconti del diavolo del Jersey; dopo tutto, le descrizioni (spesso di notte nei boschi profondi) variano notevolmente. Testimoni oculari che descrissero enormi ali potrebbero aver visto le gru di sabbia (che possono essere alte un metro e ottanta e avere un'enorme apertura alare), mentre altre che hanno segnalato le corna potrebbero aver visto qualcosa con le corna.

Nel loro libro "Monsters of New Jersey: Mysterious Creatures in the Garden State", Loren Coleman e Bruce Hallenbeck sottolineano che "Non tutto ciò che viene spinto sotto lo stendardo del Jersey Devil appartiene davvero lì. Come altri stati, i porti del New Jersey più di uno animale misterioso, ma ogni volta che uno appare, inevitabilmente viene acclamato... come l'ultima manifestazione del Diavolo e così si unisce al grande corpo di mito, leggenda e tradizione ".

Il contesto culturale è importante; ogni volta che la gente viene educata con storie e leggende di misteriose creature locali o mostri - anche se non le credono - fornisce un modello su cui interpretare qualcosa di strano o inusuale. Lo stesso processo avviene in luoghi come il Loch Ness della Scozia, dove tronchi galleggianti o pesci di grandi dimensioni che potrebbero essere considerati insignificanti e banali in altri laghi potrebbero essere segnalati come avvistamenti di Mostri di Loch Ness semplicemente perché il mostro che si dice dimora lì è così noto. [Video: Haunted House nel New Jersey?]

Il Jersey Devil è chiaramente un prodotto del folklore e della leggenda, ma ciò non significa che, a notte fonda nella foresta di Pine Barrens, la gente potrebbe non vederla o sentirla, proprio come fecero secoli fa.

Benjamin Radford è vicedirettore della rivista scientifica Skeptical Inquirer e autore di sei libri, tra cui "Tracking the Chupacabra: The Vampire Beast in Fact, Fiction and Folklore" e "Scientific Paranormal Investigation: How to Solve Misteri inspiegabili". Il suo sito web è BenjaminRadford.com.

  • Conto alla rovescia: i nostri mostri preferiti

Relazionato:

  • Bigfoot: Man-Monster or Myth?
  • Chupacabra: fatti sulla misteriosa bestia da vampiro
  • Mostro di Loch Ness: fatti su Nessie
  • Lo Yeti: l'abominevole uomo delle nevi in ​​Asia
  • Vampiri: la vera storia
  • Lupi mannari: Lore, leggenda e licantropia
  • Zombies: la vera storia dei non morti


Supplemento Di Video: The Strange History of the Jersey Devil.




Ricerca


I Più Grandi Misteri: Perché Ci Sono Animali Di Transizione?
I Più Grandi Misteri: Perché Ci Sono Animali Di Transizione?

Perché L'Elio Influisce Sulla Tua Voce?
Perché L'Elio Influisce Sulla Tua Voce?

Scienza Notizie


Perché Non Possiamo Fare 3 Cose In Una Volta
Perché Non Possiamo Fare 3 Cose In Una Volta

Nessuna Visione, Nessun Problema Per Questo Robot Cheetah
Nessuna Visione, Nessun Problema Per Questo Robot Cheetah "Cieco"

Hindenburg Crash: The End Of Airship Travel
Hindenburg Crash: The End Of Airship Travel

Ci Sono Più Persone Vive Oggi Che Mai Vissute?
Ci Sono Più Persone Vive Oggi Che Mai Vissute?

La Cia Cerca Chiunque, Chiunque Possa Parlare 2 Lingue
La Cia Cerca Chiunque, Chiunque Possa Parlare 2 Lingue


IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com