Vaccinazioni Hpv Bassa Frequenza Di Infezione Anche Tra Le Donne Non Vaccinate

{h1}

Nonostante una bassa percentuale di vaccinazione con il vaccino hpv, i ricercatori stanno iniziando a vedere il vaccino fornire l'immunità della mandria.

Il vaccino contro il papillomavirus umano (HPV) fornisce un beneficio alle donne anche se non sono vaccinate, attraverso un fenomeno noto come "immunità alle mandrie", suggerisce un nuovo studio.

Tra le donne nello studio, c'è stata una diminuzione della percentuale che era stata infettata con i quattro ceppi HPV inclusi nel vaccino (HPV 6, 11, 16 e 18) negli anni successivi all'introduzione del vaccino, rispetto agli anni precedenti.

Questa diminuzione della prevalenza di HPV è stata osservata tra le donne vaccinate e non vaccinate, hanno detto i ricercatori.

I risultati mostrano che anche con percentuali relativamente basse di donne vaccinate, il vaccino produce un certo grado di immunità per le mandrie - protezione delle persone non vaccinate che si verificano perché una parte critica della popolazione è stata vaccinata.

Tuttavia, mentre i risultati sono incoraggianti, "Questa non è una ragione per non essere vaccinati", ha detto la ricercatrice Dr. Jessica Kahn, un medico di medicina adolescenziale all'ospedale pediatrico di Cincinnati. Kahn ha osservato che uno su quattro partecipanti non vaccinati nello studio era infetto da un ceppo ad alto rischio di HPV. Una donna può anche proteggere il suo partner vaccinandosi, ha detto Kahn.

Poiché lo studio è stato condotto in una sola comunità di donne principalmente afroamericane, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare i risultati e vedere se i risultati si applicano all'intera popolazione.

Immunità alle mandrie

Il primo vaccino HPV, chiamato Gardasil e prodotto da Merck, è stato autorizzato per l'uso negli Stati Uniti nel giugno 2006.

Per studiare l'effetto del vaccino, Kahn e colleghi hanno analizzato le informazioni di due gruppi di donne sessualmente attive di età compresa tra 13 e 26 anni. Un gruppo era composto da 368 donne non vaccinate e visitato cliniche a Cincinnati tra il 2006 e il 2007. Il secondo gruppo consisteva di 409 donne che hanno visitato le cliniche tra il 2009 e il 2010, circa il 60 per cento delle quali aveva ricevuto almeno uno dei tre colpi nella serie di vaccinazione HPV.

Complessivamente, la percentuale di donne infette da uno dei ceppi HPV inclusi nel vaccino è diminuita dal 31% nel gruppo che ha visitato le cliniche tra il 2006 e il 2007, al 13,4% nel gruppo visitato nel 2009 e nel 2010 - una diminuzione del 58%.

Tra le donne di quest'ultimo gruppo, il 9,9% di coloro che sono stati vaccinati risultava positivo per l'HPV, mentre il 15,4% delle donne non vaccinate era infetto.

La percentuale di donne infettate con ceppi di HPV non inclusi nel vaccino è aumentata dopo l'introduzione del vaccino, da circa il 60% al 75%, ma i ricercatori hanno detto che questo risultato dovrebbe essere interpretato con cautela, perché non c'è alcuna ragione biologica che ciò accada così rapidamente.

Buone notizie

Lo studio è "una buona notizia che arriva sorprendentemente presto", ha detto il dottor William Schaffner, presidente del dipartimento di medicina preventiva presso la Vanderbilt University. Schaffner ha detto che si sarebbe aspettato che una parte più ampia della popolazione fosse vaccinata, compresi i ragazzi, per vedere l'immunità della mandria.

"È impressionante se altri studi possono confermarlo", ha detto Schaffner.

Lo studio ricorda che "la vaccinazione non riguarda solo le persone vaccinate... riguarda tutti gli altri della comunità", ha detto Schaffner.

Il dott. Paul Offit, direttore del Vaccine Education Center presso il Children's Hospital di Philadelphia, ha dichiarato che si aspetterebbe di vedere l'immunità delle mandrie contro i ceppi del vaccino a partire da un tasso di vaccinazione del 40%, che è la media nazionale.

Si prevede che l'efficacia del vaccino nel ridurre la prevalenza di HPV si traduca in una diminuzione del cancro cervicale nella comunità, ha detto Kahn. (L'HPV è noto per causare la maggior parte dei casi di cancro cervicale).

A causa dell'alta prevalenza di ceppi di HPV, i risultati sottolineano l'importanza di vaccinare i bambini prima che diventino sessualmente attivi, quando hanno 11 o 12 anni. E lo studio dimostra che anche le donne più anziane, raccomandate per la vaccinazione "recuperate", traggono un beneficio, ha detto Kahn.

Lo studio è pubblicato nel numero del 9 luglio della rivista Pediatrics.

Trasmetterla: Nonostante una bassa percentuale di vaccinazione con il vaccino HPV, i ricercatori stanno iniziando a vedere il vaccino fornire l'immunità della mandria.

Questa storia è stata fornita da MyHealthNewsDaily, un sito gemello di WordsSideKick.com. Segui Rachael Rettner su Twitter @RachaelRettner, o MyHealthNewsDaily @MyHealth_MHND. Siamo anche su Facebook & Google+.


Supplemento Di Video: Enquête sur la vaccination - Épisode 1- Le principe de la vaccination & la Variole -regenere.org.




IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com