Come Funzionano Gli Insetticidi Biologici

{h1}

L'agricoltura biologica non significa insetticidi. Scopri quali sono gli insetticidi organici disponibili per aiutare gli agricoltori a uccidere gli insetti fastidiosi.

Se non sei un devoto serio di alimenti biologici, potresti presumere che le parole "organico" e "insetticida" si escludano a vicenda. Ma indovina ancora. Persino gli agricoltori che ottengono l'etichetta biologica certificata dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, che richiede loro di aderire a un regime di metodi rispettosi dell'ambiente e salutisti, hanno la possibilità di utilizzare alcune sostanze chimiche e pesticidi sintetici per controllare insetti, erbe infestanti e malattie delle piante. Fondamentalmente, l'eccezione inizia quando i metodi non chimici preferiti, come trappole per insetti, rotazione delle colture e diserbo manuale, non sono sufficienti per proteggere i raccolti dalla distruzione [fonte: USDA]. Detto questo, gli aiutanti artificiali autorizzati di solito non sono gli insetticidi del DDT. La maggior parte di loro sono sostanze relativamente miti. Ad esempio, prendere bicarbonato di potassio. È una sostanza chimica prodotta che è un fungicida efficace contro l'oidio, ma non causa alcun apparente problema di salute a lungo termine per l'uomo (anche se può interferire con la riproduzione nei topi) [fonte: FDA].

Anche così, un sacco di hardcore agricoltori biologici e anche di giardinieri biologici fai-da-te non penserebbero nemmeno di usare qualcosa di artificiale sui loro preziosi frutti e verdure. Invece, se sentono il bisogno di usare un pesticida (o un insetticida, che è semplicemente un tipo di pesticida che colpisce gli insetti), si rivolgono a un assortimento di sostanze naturali. Alcuni sono raccolti da piante esotiche straniere. Ad esempio, sabadilla è un repellente per insetti prodotto dai semi di un giglio sudamericano, e Ryania, un antidoto contro le trivellazioni di mais e i vermi nocivi europei, è inventato dagli arbusti e dalle radici di un arbusto sudamericano. Utilizzano anche sostanze più comuni, come una purea di amido di mais e foglie di pomodoro tritate - contiene solanina, una sostanza chimica che ha un effetto inibitore sul fungo macchia nera [fonte: Abraham].

Ma questi combattenti organici di insetti e funghi sono davvero efficaci? E ancora più importante, sono anche al sicuro? Innanzitutto, analizziamo i vari tipi di insetticidi organici.

Tipi di insetticidi organici

Una fattoria di agrumi biologica in California tenta di proteggere le sue colture da sostanze chimiche dannose.

Una fattoria di agrumi biologica in California tenta di proteggere le sue colture da sostanze chimiche dannose.

Si può presumere che gli insetticidi siano uno sviluppo recente. Ma in verità, gli agricoltori hanno usato varie sostanze per impedire ai parassiti di devastare i loro raccolti per migliaia di anni. Nel 2500 a.C., i Sumeri usavano lo zolfo per uccidere gli insetti, e nel corso dei secoli, gli agricoltori di varie parti del mondo provarono anche altri tipi di insetticidi chimici - persino sostanze come l'arsenico e il piombo che sono altamente pericolosi per l'uomo. Che ci crediate o no, negli anni '40, l'introduzione di insetticidi chimici sintetici era vista come una cura che avrebbe sradicato definitivamente i parassiti. Ma i parassiti si sono dimostrati notevolmente resilienti e le potenti sostanze chimiche a volte hanno danneggiato altre specie benigne e persino persone [fonte: McKinney, Schloch e Yonavjak]. Ciò ha portato molte persone a riconsiderare metodi più vecchi e meno duri e a provare nuove sostanze raccolte da piante e suolo in altre parti del mondo.

Fondamentalmente, ci sono due vaste classi di pesticidi che possono essere utilizzate nell'agricoltura biologica, secondo le normative dell'USDA. Nella prima categoria vi sono sostanze che sono composti sintetici non generalmente presenti in natura, ma che sono stati ritenuti dagli scienziati sicuri e non pericolosi per i consumatori di alimenti e l'ambiente. Questi pesticidi di solito sono composti semplici che includono sostanze presenti in natura come rame o zolfo [fonte: Langois].

Nella seconda categoria ci sono sostanze presenti in natura, molte delle quali vengono estratte dalle piante o dalla terra stessa [fonte: Langois]. Uno di questi pesticidi organici è lo spinosad, prodotto dalla Saccharopolyspora spinosa, una specie rara di batteri che è stata trovata in campioni di suolo da un'isola caraibica nel 1982. I batteri agiscono fondamentalmente come piccoli produttori di pesticidi, fermentando il terreno e producendo spinosad, che dà il terreno è un aroma dolce e sano. Ma quell'odore può essere ingannevole - almeno se sei, per esempio, uno scarafaggio della patata del Colorado o un bruco. Quando questi insetti ingeriscono spinosad, sia entrando in contatto diretto con esso o mangiando una foglia spruzzata con la sostanza chimica, agisce come un potente veleno nervoso. Le creature perdono il controllo dei loro muscoli e muoiono senza speranza. Mentre quel macabro destino può sembrare un po ', beh, disturbando alcune persone preoccupate di essere gentili con la Terra, è importante ricordare che se quei piccoli freeloader divorano le tue verdure, non avrai niente da mettere nel tuo vegano stufato. Tra gli aspetti positivi, gli scienziati hanno scoperto che lo spinosad ha una tossicità molto bassa nei mammiferi, compreso l'uomo, e che non sembra causare cancro o danni al sistema nervoso [fonte: Università di Cornell].

OK, quindi capiamo da dove vengono i pesticidi organici e come funzionano. Ma sono davvero meglio della versione non organica, o per lo meno più sicuri?

L'efficacia degli insetticidi organici

Una pila di carote biologiche lavate attende di essere refrigerata presso la fattoria biologica Clear Brook nel Vermont.

Una pila di carote biologiche lavate attende di essere refrigerata presso la fattoria biologica Clear Brook nel Vermont.

Nella mente di molte persone, la parola "organico" è sinonimo di parole come "naturale", "sano" e "sicuro". Ed è certamente allettante pensare che qualcosa etichettato come "organico" funzioni altrettanto bene o meglio di una miscela chimica artificiale. Ma sfortunatamente non è sempre la realtà.

Per prima cosa, alcuni insetticidi naturali in realtà sono molto simili a quelli sintetici prodotti nei laboratori. Un esempio è il potente piretro naturale del veleno, che è derivato dalle teste di fiori essiccate e alimentate del piretro margherita originario del sud-ovest asiatico. Il piretro è molto simile alla struttura di una classe di insetticidi sintetici chiamati piretroidi, ma a differenza di essi è approvato per l'uso nella coltivazione biologica. Il piretro è un veleno ad azione rapida che sconvolge i sistemi nervosi degli insetti e causa la paralisi. In piccole quantità, il piretro potrebbe non essere abbastanza potente da uccidere un insetto, ma se combinato con altre sostanze, come l'olio di noce moscata, diventa molto più efficace. Ma quanto è sicuro? La polvere è relativamente non tossica per gli esseri umani a meno che non sia inghiottita in quantità notevoli. E si rompe rapidamente quando esposto agli elementi, quindi ci sono poche possibilità di accumulo di cibo o acqua. Ma il piretro ha dei lati negativi; è pericoloso pescare come il bluegill e la trota di lago, motivo per cui gli agricoltori biologici sono incoraggiati a provare altri metodi di controllo dei parassiti prima di ricorrere a usarlo [fonte: Università di Cornell].

Ma i pesticidi organici sono ancora migliori di quelli vecchi, prodotti chimici duri, giusto? Forse sì forse no. In uno studio del 2010 pubblicato sulla rivista scientifica online PLos One, i ricercatori canadesi per l'ambiente e l'agricoltura hanno confrontato l'efficacia e l'impatto ambientale dei pesticidi approvati dall'organico con quelli sintetici nel contrastare gli afidi che mangiano i semi di soia. Hanno scoperto che i pesticidi organici hanno avuto un effetto dannoso simile o addirittura maggiore su altre specie e sull'ambiente in generale, in parte perché erano necessarie dosi molto più grandi dei pesticidi organici per svolgere il lavoro. "Questi dati mettono in guardia dall'assunzione diffusa che i pesticidi organici siano più rispettosi dell'ambiente di quelli sintetici", hanno concluso. Raccomandano che, invece di concentrarsi sul fatto che una determinata sostanza chimica sia naturale o sintetica, gli agricoltori biologici dovrebbero essere autorizzati a valutare tutti i pesticidi per i loro impatti prima di effettuare una selezione [fonte: Bahlai].

È anche importante ricordare che gli insetticidi non sono l'unico modo per proteggere le colture dai parassiti. Altri metodi non chimici, come la rotazione delle colture, non solo hanno una storia di danni decrescenti da parte degli insetti, ma proteggono anche la fertilità del suolo [fonte: Peel]. Quindi, se hai intenzione di coltivare alimenti biologici, potresti prima prendere in considerazione quei metodi e affidarti agli insetticidi come ultima risorsa.


Supplemento Di Video: SAPONE DI MARSIGLIA INSETTICIDA BIOLOGICO.




IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com