Bandiere Francesi Su Facebook: Il Supporto Dei Social Media È Davvero Importante?

{h1}

Le sovrapposizioni della bandiera francese di facebook hanno generato una reazione negativa e domande sul ruolo della rete sociale in politica e politica.

In seguito agli attacchi terroristici coordinati a Parigi, lo scorso venerdì (13 novembre), il sostegno è apparso nella nuova arena pubblica: Facebook. Il social network ha implementato uno strumento che consente agli utenti di sovrapporre facilmente una bandiera francese alle immagini dei profili dei membri per esprimere solidarietà con le vittime.

Quasi immediatamente, però, lo strumento ha scatenato il contraccolpo. "Hai una bandiera francese sulla tua immagine del profilo di Facebook? Congratulazioni per la tua supremazia aziendale", leggi il titolo di un editoriale in The Independent.

Le emozioni sono alte, per non dire altro.

La sovrapposizione della bandiera francese non è la prima sovrapposizione che Facebook ha sviluppato in risposta agli eventi attuali, ma è arrivata in un momento in cui gli utenti dei social media sembrano divisi su ciò che significa un retweet, un cambiamento dell'immagine del profilo o un meme condiviso. L'uso di una bandiera di Facebook si sovrappone a un semplice atto di solidarietà o è una dichiarazione politica? Le espressioni online di emozioni sono esempi superficiali di "slacktivism" o sono significative e significative per il processo politico? [5 modi in cui le tue emozioni influenzano il tuo mondo (e Vice Versa)]

Supporto per i social media

La ricerca su queste espressioni dei social media è ancora nuova, così come lo sono le sovrapposizioni dei profili. Facebook ha creato un overlay arcobaleno "Celebrate Pride" a giugno diventato estremamente popolare dopo che la Corte Suprema ha abbattuto le proibizioni statali contro il matrimonio omosessuale a giugno. Prima di ciò, la campagna sui diritti umani ha disegnato un segno di uguale rosso per promuovere l'uguaglianza dei matrimoni. A marzo 2013, 3 milioni di utenti di Facebook hanno cambiato le loro immagini del profilo con questo logo (che ha sostituito la loro foto invece di sovrapporla). Fare una dichiarazione tramite un'immagine del profilo non è un fenomeno limitato a Facebook. Durante le proteste del 2009 in Medio Oriente conosciute come "la primavera araba", molti utenti di Twitter hanno trasformato le loro foto del profilo in verde per sostenere i manifestanti.

La spinta a partecipare agli eventi globali attraverso i social media è chiaramente forte. Tuttavia, ci sono state poche indagini sul perché alcune persone usano Facebook come piattaforma politica, mentre altri la vedono come un luogo per foto di bambini e foto di vacanze. Il sito sembra giocare un ruolo nel fornire supporto sociale, che potrebbe spiegare l'impulso di raggiungere e connettersi dopo una tragedia. Uno studio del 2014 ha rilevato che per gli studenti universitari, più l'uso di Facebook era associato a ricevere più sostegno sociale. Tuttavia, questo supporto dei social media non era collegato a un livello più elevato di soddisfazione della vita, quindi è meno chiaro se il supporto dei social media sia benefico per la salute mentale.

Non c'è consenso su quanto siano davvero utili i social media per una data causa politica. Molti media hanno messo in risalto il valore di Twitter per la "rivoluzione verde" di Teheran del 2009, definendola una "rivoluzione di Twitter". Tuttavia, il giornalista Evgeny Morozov, autore di "Per salvare tutto, clicca qui: La follia del tecnologo risolutore" (Public Affairs, 2014) ha sottolineato in un articolo per la rivista Dissent che le rivoluzioni dei social media possono ritorcersi contro, dato che il governo ha accesso a comunicazioni pubbliche su Twitter. In effetti, queste "rivoluzioni" possono rivelare molto sui manifestanti e sul modo in cui sono connessi l'uno con l'altro. E anche se mostrare il supporto di Facebook per una causa può sembrare buono, è in gran parte inutile, sostenne Morozov. [17 Paesi in via di sviluppo che amano i social media più degli Stati Uniti]

"Che cosa vogliono fare 100 milioni di persone per aderire al gruppo Facebook" 100 milioni di membri di Facebook per la democrazia in Iran "? scrisse. "E 'solo un gigantesco esercizio di un pio desiderio transcontinentale?"

Come risponde Facebook

Cercare di rovesciare un regime è diverso dal mostrare solidarietà e simpatia, che illustra le diverse motivazioni dietro varie campagne di supporto dei social media. Mentre gli avatar verdi di Twitter hanno fatto ben poco per cambiare la situazione politica iraniana dopo la primavera araba, le coperture delle bandiere francesi potrebbero confortare coloro che sono direttamente interessati o mostrare unità contro il terrorismo? [10 modi con attacchi terroristici hanno scosso l'America]

Non ci sono risposte chiare alle domande, che sono complicate dal rapido ritorno all'overlay. Molti utenti di Facebook hanno protestato che la rete dei social media non ha reagito con forza alla morte e alla distruzione in altri paesi, incluso un attentato suicida che ha ucciso 43 persone a Beirut il giorno prima. Alcuni utenti hanno creato e condiviso le proprie sovrapposizioni e stanno facendo pressioni su Facebook per espandere le proprie offerte. Il fondatore Mark Zuckerberg non ha affrontato la polemica con la bandiera ma ha detto che la società intende offrire la sua funzionalità "Controllo di sicurezza", che consente agli utenti di far sapere ai propri amici di Facebook che sono sicuri, per i disastri causati dall'uomo in futuro. (Prima degli attacchi di Parigi, questa funzione di check-in era stata utilizzata solo per disastri naturali).

"Ci interessiamo allo stesso modo di tutte le persone e lavoreremo sodo per aiutare le persone che soffrono in quante più situazioni possibili", ha scritto Zuckerberg su Facebook.

L'influenza di Facebook

I widget incorporati di Facebook influenzano sicuramente il modo in cui le persone scelgono di esprimersi sul sito, e ci sono alcune prove che il sito può veramente cambiare il mondo reale. In uno studio del 2014, i ricercatori hanno scoperto che le emozioni sono contagiose su Facebook. Quando gli utenti vedono più post positivi nel loro feed di notizie, pubblicano più contenuti positivi e viceversa per i post negativi.E un famoso studio sul voto elettorale condotto su Facebook il giorno delle elezioni del 2010 ha rilevato che l'incoraggiamento di Facebook a votare ha portato a 340.000 persone in più che altrimenti avrebbero fatto. E gli effetti si sono diffusi attraverso la rete come cadute del domino. Per ogni persona che ha visto il messaggio, altri quattro sono stati indirettamente invitati a recarsi alle urne vedendo votare i propri amici. È stato il primo studio a dimostrare che le informazioni online possono influenzare l'azione del mondo reale, gli autori dello studio hanno detto alla WordsSideKick.com in quel momento.

Ma Facebook è modellato non solo dagli algoritmi e dagli strumenti del sito, ma da come una persona utilizza il sito. Uno studio del 2015 pubblicato negli Atti della 18a Conferenza ACM su Computer Supported Cooperative Work and Social Computing ha rilevato che l'ambiente sociale delle persone influenza fortemente se esibiranno supporto per una causa tramite la loro foto del profilo Facebook. La ricerca si è concentrata sulla campagna per i diritti umani con un segno di parità rosso a sostegno del matrimonio omosessuale. Sebbene il sostegno per il matrimonio tra persone dello stesso sesso fosse diventato una posizione di maggioranza in America nei mesi precedenti all'apparizione del segno di uguaglianza, il fatto di metterlo sul proprio profilo comportava ancora un certo grado di rischio sociale, hanno scritto i ricercatori dello studio. Gli amici o la famiglia potrebbero non essere d'accordo, creando conflitti, hanno detto i ricercatori.

Forse questa paura di mettere il collo troppo lontano è il motivo per cui le persone in genere non cambiano la loro immagine del profilo fino a quando non hanno visto alcuni amici farlo prima. In media, le persone diventavano più propense a cambiare la propria immagine del profilo dopo aver visto altri otto amici farlo per primi. (Per essere precisi, il numero mediano era otto, e la media era 14.4.) Gli altri amici che salivano sul carro dopo circa otto non incoraggiavano ulteriormente le persone ad adottare l'immagine del profilo di segno uguale.

Poiché gli utenti di Facebook selezionano i propri amici, può essere difficile determinare quanto il sito influenzi le convinzioni delle persone rispetto a bloccarle in una camera di risonanza in cui le loro visualizzazioni preesistenti vengono amplificate. Non sorprende che le persone con più amici gay e lesbiche su Facebook siano stati più rapidi nel cambiare la loro immagine del profilo in un segno di uguale rispetto a quelli con meno amici gay e lesbiche.

L'influenza di Facebook nel cambiare la conversazione sulla politica e la politica è potenzialmente limitata da questa tendenza auto-selettiva. L'algoritmo del sito tenta di mostrare agli utenti i contenuti con cui è probabile che siano coinvolti. Uno studio del 2015 ha rilevato che tra 10 milioni di utenti che avevano dichiarato un'affiliazione politica, l'algoritmo ha ridotto la quantità di punti di vista ideologicamente diversi che le persone hanno visto nell'1%. Le scelte degli utenti su cosa fare clic hanno causato una diminuzione del 4% delle informazioni da diversi punti di vista. Facebook ha cambiato il suo algoritmo da quello studio, forse esacerbando l'effetto.

In altre parole, il feed di Facebook di una persona potrebbe essere un mare di sovrapposizioni di bandiera francese, mentre un altro potrebbe essere inondato di opinioni condivise sul perché le sovrapposizioni della bandiera francese sono sbagliate. Non è chiaro quanto bene questi messaggi attraversino le linee ideologiche o se la cacofonia delle opinioni sia capace di cambiare il cuore e la mente.

Segui Stephanie Pappas su cinguettioe Google+. Seguici @wordssidekick, Facebook& Google+. Articolo originale su WordsSideKick.com.


Supplemento Di Video: Il bidet esiste solo in italia? e perchè in Francia non si usa? - notizie 24h.




Ricerca


Getting In Character: The Psychology Behind Cosplay
Getting In Character: The Psychology Behind Cosplay

Cos'È Il Ramadan?
Cos'È Il Ramadan?

Scienza Notizie


Da Dove Viene L'Ebola?
Da Dove Viene L'Ebola?

Foto: Sex Of Rare Wolf Pups Revealed
Foto: Sex Of Rare Wolf Pups Revealed

Rare Colorado Tornado Secondo Più Alto Nella Storia Degli Stati Uniti
Rare Colorado Tornado Secondo Più Alto Nella Storia Degli Stati Uniti

Come I Droni Stanno Combattendo La Malattia Infettiva
Come I Droni Stanno Combattendo La Malattia Infettiva

La Caffeina Dà Dipendenza?
La Caffeina Dà Dipendenza?


IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com