Rabbia Esplosiva Più Comune Negli Adolescenti Di Una Volta

{h1}

Gli adolescenti che subiscono attacchi di rabbia poche volte all'anno possono avere un disturbo esplosivo intermittente (ied), che la ricerca rileva non è raro negli adolescenti.

La rabbia incontrollabile può essere più diffusa negli adolescenti di quanto si pensasse, suggerisce uno studio che ha rilevato che circa i due terzi degli adolescenti statunitensi hanno subito un attacco di rabbia a un certo punto della loro vita.

Questi attacchi di rabbia hanno comportato minacce violente, distruzione di proprietà o violenza effettiva nei confronti degli altri. Nessuno potrebbe essere giustificato da un altro disturbo mentale, e tra il 6% e quasi l'8% di questi ragazzi soddisferebbe i criteri per il cosiddetto disturbo esplosivo intermittente (IED), una diagnosi data a persone che hanno scoppi incontrollabili e aggressivi.

Questi attacchi di rabbia esplosiva sono gravi, ha detto il ricercatore di studio Ronald Kessler della Harvard Medical School. Non solo possono danneggiare gli altri e distruggere le proprietà, anche il disordine sembra continuare nell'età adulta. E mentre molti individui con disturbo esplosivo intermittente non cercano un trattamento, alcuni studi hanno dimostrato che alcuni farmaci e la terapia cognitivo-comportamentale possono ridurre le convulsioni di rabbia, secondo una recensione appena pubblicata sulla rivista Evidence-Based Psychiatric Treatment.

Angoscia teenager

Ronald Kessler della Harvard Medical School ed i suoi colleghi hanno analizzato i dati su 6.483 coppie di genitori adolescenti che hanno preso parte al sondaggio sui nuclei familiari della National Comorbidity Survey Replication Adolescent Supplement.

Hanno definito IED nel loro studio in due modi: una definizione ristretta in cui i partecipanti dovevano sperimentare tre di questi attacchi di rabbia nel giro di un anno e una definizione più ampia che permetteva a questi attacchi multipli di verificarsi in qualsiasi momento nella vita dei partecipanti.

"Ho scelto entrambi perché la professione psichiatrica è piuttosto confusa da ciò che intendono dire da IED e questo è un esempio", ha detto Kessler a WordsSideKick.com in un'intervista. "C'è stata una discussione nel corso degli anni su come esattamente definirla e se esiste, e questa argomentazione continua ora", ha detto, aggiungendo che il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM) è attualmente in fase di revisione per la quinta volta e questa definizione potrebbe cambiare. [10 Disturbi psichiatrici controversi]

I risultati hanno mostrato che quasi un individuo su 12, o il 7,8% dei partecipanti, ha soddisfatto i "criteri di durata" per IED, mentre il 6,2% dei partecipanti ha raggiunto la definizione più severa di 12 mesi.

Gli attacchi più comuni sono stati quelli che coinvolgono minacce di violenza (riportati in circa il 58% dei casi), seguiti da attacchi con violenza (39%) e quelli che comportano la distruzione di proprietà (quasi il 32%). Più del 72% degli intervistati che hanno segnalato attacchi di rabbia ha dichiarato che le crisi hanno coinvolto più di uno di questi comportamenti.

Cosa deve fare un genitore

Per i genitori che non sono sicuri che la rabbia del loro bambino sia normale o abbia bisogno di una visita medica, Kessler afferma che gli episodi ripetuti sono bandiere rosse. "È difficile per un genitore perché hai solo un bambino o due bambini con cui confrontarti, ed è difficile per te sapere che cosa è normale", ha detto Kessler.

"È il genere di cosa se inizi a vederlo più e più volte, non diventa più piccolo man mano che il bambino invecchia, [quindi] è qualcosa che devi affrontare".

Alcune ricerche hanno dimostrato che gli antidepressivi che funzionano per smorzare gli attacchi di panico possono anche fare lo stesso per questi attacchi di rabbia, ha detto Kessler, che non era coinvolto in quel lavoro. In realtà, ha detto che potrebbe esserci un collegamento tra i due. Gli studi suggeriscono che IED è più comune nei bambini di madri che soffrono di attacchi di panico. E mentre gli attacchi di panico sono più comuni nelle donne, gli attacchi di rabbia sono più comuni nei maschi, ha osservato Kessler.

Come tale, suggerisce che una combinazione di fattori genetici e ambientali può essere alla base di un disturbo esplosivo intermittente.

"Che sia la biologia che fa sobbalzare il ragazzo a qualcuno nel naso e la ragazza a urlare, o la società, in qualche modo penso che gli stessi determinanti biologici si siano trasformati", ha detto Kessler riferendosi alla rabbia e agli attacchi di panico.

Le sue altre ricerche hanno dimostrato che IED persiste nell'età adulta. Con una percentuale "non banale" di adolescenti che stanno vivendo il disturbo, Kessler ei suoi colleghi dicono che sono necessarie ulteriori ricerche per capire cosa c'è dietro IED e sviluppare strategie di screening e trattamento.

"La linea di fondo è che sono semplicemente stupito di quanto sia grosso il problema e non sugli schermi radar delle persone", ha detto Kessler.

Segui WordsSideKick.com su Twitter @wordssidekick. Siamo anche su Facebook & Google+.


Supplemento Di Video: Disruptive, impulse control, and conduct disorders.




IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com