Un Mondo Più Caldo Significa Meno Influenza?

{h1}

L'inverno mite di quest'anno e la stagione influenzale leggera potrebbero indurre alcuni a chiedere, vedremo meno influenza con il cambiamento climatico?

Gli esperti prevedono che il cambiamento climatico porterà un certo numero di pericoli sul pianeta, compresi gli aumenti nel livello del mare e un aumento dei disastri naturali. Ma uno dei vantaggi di un mondo di riscaldamento potrebbe essere una diminuzione della diffusione dell'influenza?

La risposta breve è: non lo sappiamo ancora.

Studi condotti sugli animali hanno dimostrato che l'influenza, o influenza, si diffonde meno facilmente nell'aria calda e umida. Ed è anche possibile il clima mite che la maggior parte degli Stati Uniti ha sperimentato quest'inverno contribuendo, in parte, alla stagione influenzale così delicata.

Ma molti fattori influenzano i tassi di trasmissione dell'influenza, tra cui il livello di immunità della popolazione al virus e il modo in cui interagiamo, quindi è impossibile dire a questo punto quale effetto avrà il cambiamento climatico, dicono gli esperti.

Perché più influenza in inverno?

Per anni, i ricercatori hanno cercato una risposta sul perché più casi di influenza si verificano in inverno. (Negli Stati Uniti, la stagione influenzale si verifica in genere da novembre a marzo, con un picco a gennaio e febbraio).

Ancora non sappiamo esattamente perché, ma i ricercatori hanno alcune idee.

Uno è che l'aria più fredda e asciutta consente alle particelle di virus di rimanere nell'aria per lunghi periodi di tempo e di percorrere distanze più lunghe, ha affermato Christopher Olsen, professore di sanità pubblica presso l'Università del Wisconsin-Madison.

Un altro fattore che contribuisce potrebbe essere il fatto che, in inverno, le persone tendono a rimanere al chiuso, affollandosi insieme in modi che possono aumentare le opportunità di trasmissione.

Le scuole iniziano anche nuove sessioni a settembre, che potrebbero consentire la diffusione del virus tra i bambini.

"Non solo vedi cambiamenti di temperatura e cambiamenti di umidità [in inverno], ma vedi anche cambiamenti nelle interazioni sociali delle persone", ha detto il Dr. Bruce Lee, professore associato presso la Graduate School of Public Health dell'Università di Pittsburgh. Ciò rende difficile determinare quali fattori siano responsabili della maggiore prevalenza di influenza nei mesi invernali, ha detto Lee.

Inverno mite, leggera influenza

L'attività influenzale è stata così bassa nell'ottobre 2011 fino a gennaio 2012 che la stagione influenzale non è iniziata ufficialmente fino a febbraio, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. Questo è l'ultimo inizio della stagione influenzale in 24 anni.

Abbiamo anche avuto un inverno mite particolare: le temperature di marzo sono state le più calde mai registrate, secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration.

Ma solo perché un inverno mite e una stagione influenzale si sono verificati nello stesso momento non significa che siano correlati, ha detto Olsen.

C'è così tanta variazione delle temperature di anno in anno, e l'attività influenzale di anno in anno, "è davvero pericoloso provare a fare una connessione" in base alle temperature in un anno. "Bisogna guardare le tendenze per decenni", ha detto Olsen.

I più alti tassi di vaccinazione antinfluenzale e le migliori pratiche igieniche dovute alla maggiore consapevolezza sull'influenza potrebbero anche essere responsabili della stagione influenzale leggera di quest'anno, ha detto Lee.

In ogni caso, la stagione influenzale è imprevedibile, quindi potremmo ancora vedere un aumento dell'attività. L'epidemia di "influenza suina" H1N1 del 2009 è iniziata ad aprile.

Sono necessarie ulteriori ricerche sulla trasmissione dell'influenza nelle regioni tropicali, oltre all'analisi di come l'attività influenzale si rapporta ai modelli meteorologici, per aiutarci a capire come i cambiamenti climatici influenzeranno la trasmissione dell'influenza, ha detto Olsen.

Trasmetterla: I cambiamenti climatici possono influenzare la trasmissione dell'influenza, ma è difficile dire come ne risentirà nei prossimi anni.

Questa storia è stata fornita da MyHealthNewsDaily, un sito gemello di WordsSideKick.com. Segui MyHealthNewsDaily Scrittore dello staff Rachael Rettner su Twitter @RachaelRettner. Trovaci su Facebook.


Supplemento Di Video: Temperatura percepita: cos'è, perché non esiste e come cambia da persona a persona.




IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com