Le 10 Storie Scientifiche Più Blasonate Del 2012

{h1}

In che modo i tuoi ormoni influenzano la masturbazione? Gli umani erano davvero impegnati con i neanderthal? Questi risultati e più completano la scienza più sexy del 2012.

Il sesso è una parte della vita - e un argomento di ricerca scientifica. Quest'anno è stato particolarmente afoso, con studi che coprivano tutto, dalla masturbazione innescata dall'ormone alla storia della nostra specie con la neanderthaliana.

Ecco i primi 10 studi scientifici che ci hanno fatto arrossire nel 2012.

1. L'ormone maschile fa interessare le donne... alla masturbazione

L'alto livello di testosterone è spesso associato a un forte impulso sessuale, grazie al legame dell'ormone con la mascolinità. Ma non è così semplice. Uno studio pubblicato a maggio sulla rivista Archives of Sexual Behavior ha rilevato che nelle donne, l'alto livello di testosterone era associato a un maggiore interesse per la masturbazione, ma meno interesse a darsi da fare con qualcun altro.

La ragione potrebbe essere che il desiderio solitario, che porta alla masturbazione, è diverso dal tipo di desiderio che porta le persone a proporre un partner, ha detto a WordsSideKick.com il ricercatore di studio Sari van Anders dell'Università del Michigan.

"Quando senti il ​​desiderio sessuale per un partner, ci potrebbero essere altri fattori, ad esempio, come ti senti quel giorno quel partner, quanto sei attratto da quel partner, quanto sei attraente per quel tuo partner, il tuo relazione e cose del genere ", ha detto van Anders. [10 Surprising Sex Statistics]

2. I tizi dovrebbero dominare nel letto?

Potrebbe non essere una buona idea attenersi ai tradizionali ruoli di genere nella camera da letto. I giovani adulti che dicono che gli uomini dovrebbero prendere in carico a letto si sentono meno sicuri nelle situazioni sessuali rispetto alle loro controparti più flessibili, secondo uno studio pubblicato a ottobre.

I giovani adulti con ruoli di genere più rigidi erano anche meno propensi di altri a prendere i preservativi femminili da una ciotola etichettata come "libera", un fatto che preoccupa i ricercatori perché i preservativi femminili sono una forma di STD e protezione della gravidanza che le donne possono controllare.

3. I ragazzi vengono giudicati per "troppo" sesso

Le donne hanno a lungo giudicato il sesso occasionale, ma gli studenti universitari moderni giudicheranno il sesso in modo relativamente equo. Uno studio di 19.000 studenti universitari ha rilevato che mentre solo una minoranza di studenti giudica le donne più duramente degli uomini, i giovani giudicano ancora le persone per avere rapporti sessuali con "molte persone".

Il sondaggio ha rilevato che il 49% degli studenti ha giudicato gli altri per le loro prodezze sessuali, indipendentemente dal genere, mentre il 12% ha giudicato le donne più duramente rispetto agli uomini. Un altro 13 percento ha giudicato gli uomini più duramente delle donne. Nel frattempo, il 27 percento non ha emesso alcun giudizio.

4. Gli orgasmi in palestra sono reali!

Chi ha bisogno del sesso? I ricercatori hanno riferito a marzo che il fenomeno dei "coregasms" è reale. Questi sono orgasmi causati da esercizi che tendono i muscoli addominali centrali - in altre parole, orgasmi da palestra, non è richiesta alcuna stimolazione genitale.

Nel 1953, il sessuologo Alfred Kinsey e colleghi riportarono che il 5% delle donne riferiva di aver fatto l'orgasmo dall'esercizio da solo. Ora, i ricercatori dell'Università dell'Indiana hanno intervistato 124 di queste donne e hanno scoperto che il 45% riferisce di orgasming in risposta ad un allenamento ab come crunch. Un altro 19 percento ha collegato le loro esperienze orgasmiche al ciclismo.

5. Parlando di sesso: buono per il sesso

Ecco una sorpresa: comunicare sul sesso durante il sesso può migliorare il sesso. Più sei a tuo agio parlando del sesso - non arrossire! - più soddisfatta sarà la tua vita sessuale, secondo i ricercatori della Cleveland State University.

Se le parole non ti piacciono, non preoccuparti. Lo studio, pubblicato online nel mese di agosto sul Journal of Social and Personal Relationships, ha rilevato che la comunicazione non verbale come lamenti o sguardi timidi era più legata alla soddisfazione che all'essere chiacchieroni durante il sesso.

6. Le nuove mamme non sono stereotipi asessuati

Le donne che hanno partorito di recente sono spesso interessate al sesso prima delle tipiche sei settimane "tutte chiare" per impegnarsi nei rapporti dai loro medici, secondo uno studio pubblicato a giugno. Inoltre, la probabilità che siano interessati a essere occupati dipende da fattori psicologici più che fisici.

Il desiderio sessuale ritorna ai livelli pre-gravidanza di tre o quattro settimane dopo il calvario fisico della nascita, con la maggiore spinta tra le donne che si sentono vicine e intime con i loro partner. Questi fattori emotivi sembrano fare la differenza: l'immagine corporea, l'affaticamento, il trauma vaginale dalla nascita e l'allattamento al seno non erano legati alla rapidità con cui le nuove mamme hanno ricominciato a fare sesso.

7. L'eccitazione smorza il disgusto

Se ti senti disgustato, prova a farti girare una fantasia sessuale. Risulta che l'eccitazione sessuale diminuisce il disgusto. I ricercatori hanno chiesto a 90 donne eterosessuali di completare compiti grossolani, come mettere le mani in quella che sembrava essere una ciotola di preservativi usati (ick!). Ma prima di loro, un terzo delle donne guardava un film erotico.

Le donne che avevano visto il film sexy erano meno disgustate dalle attività lorde che seguirono, gli scienziati hanno riferito a settembre sulla rivista PLoS ONE. Queste scoperte sono importanti, dato che il disgusto può avere un ruolo in alcune disfunzioni sessuali.

8. Il sesso può essere un vero mal di testa

Un mal di testa può prevenire il sesso, ma che dire quando il sesso provoca un mal di testa? Questa condizione è chiamata "cefalea coitale" e quest'anno ha attirato l'attenzione grazie a un articolo del quotidiano britannico The Daily Mail.

Nessuno sa davvero perché alcune persone provano mal di testa con eccitazione sessuale, ma gli uomini sono tre o quattro volte più probabilità di provare dolore rispetto alle donne, secondo il British Journal of Medical Practitioners.Le emicranie sono un altro fattore di rischio. Fortunatamente, i mal di testa possono essere trattati con farmaci presi prima di essere frisky.

9. Gli incontri tra umani e Neanderthal sono difficili da dimostrare

I primi esseri umani non erano così specifici per specie quando si trattava di sesso, e la ricerca viene effettuata a novembre. L'analisi genetica suggerisce che, ad eccezione degli africani subsahariani, ogni popolazione sulla Terra ha un piccolo Neanderthal nell'albero genealogico.

Queste tracce genetiche potrebbero essere un segno che uomini e uomini di Neanderthal hanno fatto sesso dopo che gli esseri umani sono emigrati dall'Africa circa 100.000 anni fa. Oppure potrebbe significare che un gruppo ancestrale sia per gli umani moderni sia per i Neanderthal si sia separato molto presto dal resto dell'Africa e sia rimasto separato fino a lasciare il continente migliaia di anni dopo.

Il secondo è uno scenario più complesso, ma evidenziare il primo al di là dell'ombra del dubbio è difficile, come evidenzia uno studio dell'American Journal of Physical Anthropology. Secondo la ricerca, l'incrocio tra le specie di scimmie lascia pochi segni genetici, il che significa che, semmai, l'ibridazione è spesso sottovalutata.

10. Extra 'X' aumenta il desiderio sessuale maschile

Ragazzi giovani, rallegratevi: un cromosoma femminile in più potrebbe aumentare il vostro desiderio sessuale.

Ok, la ricerca è nei topi. E avere tre cromosomi sessuali ha un numero di spiacevoli effetti collaterali nell'uomo, come una ridotta fertilità. Ma lo studio è uno sguardo intrigante su come i cromosomi sessuali influenzano il comportamento.

Gli uomini hanno sia un cromosoma sessuale X che Y, mentre le donne hanno due X. In alcuni casi, gli errori genetici nello sviluppo risultano nei maschi con un genotipo XXY, chiamato sindrome di Klinefelter negli esseri umani. I topi con questo genotipo montano le femmine più spesso, la spinta pelvica più vigorosamente, e eiaculano il doppio della velocità e quasi il doppio rispetto ai topi maschi XY, secondo uno studio di febbraio sulla rivista Ormoni e comportamento. Qualunque sia la ragione, non erano i livelli ormonali, in quanto questi topi non mostravano differenze nei loro ormoni sessuali. I ricercatori devono ancora fare ulteriori ricerche per scoprire se i risultati potrebbero reggere su altri mammiferi.

Segui Stephanie Pappas su Twitter @sipappas o WordsSideKick.com @wordssidekick. Siamo anche su Facebook & Google+.


Supplemento Di Video: .




IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com