Il Diamante Della Speranza È Davvero Maledetto?

{h1}

Il national museum of natural history sembra aver evitato la maledizione del diamante hope negli ultimi 53 anni. Ma qual è la prova che c'è davvero una maledizione?

La leggenda narra che l'infame Hope diamond porti sfortuna a chiunque la possegga. Bene, il Museo Nazionale di Storia Naturale Smithsonian ha aggiunto la magnifica gemma celeste alla sua collezione 53 anni fa oggi (10 novembre), e l'istituzione è andata bene finora.

Come afferma il museo sul suo sito web, "sembra aver mantenuto la speranza senza maledizione".

Quindi qual è la prova che il diamante Hope è maledetto?

Ci sono molte storie di proprietari della pietra che incontrano destini orribili, ma gli studiosi tendono a credere che molti di questi racconti siano stati cucinati o abbelliti, in un momento o in un altro, dai vari proprietari della gemma, nella speranza che una storia incredibile possa essere recuperata il diamante un prezzo migliore in una vendita. Il diamante ha cambiato mano molte volte e, per alcuni periodi della sua vita, il nome del proprietario è andato perso nella storia.

Qui, ci concentreremo sulle persone che possedevano la roccia per i pezzi più significativi del tempo, e di cui possono confermare gli storici.

L'origine più comunemente accettata della maledizione risale al 1653, quando un mercante francese di nome Jean Baptiste Tavernier ottenne l'originale diamante blu da 115 carati in India. La storia racconta che Tavernier strappò la gemma da uno degli occhi di un idolo indù e, per questo sacrilegio, fu successivamente massacrato dai cani. In realtà, la storia è un mito: Tavernier tornò in Francia e vendette la gemma al re Luigi XIV per un bel soldo, dopo di che si ritirò in Russia e morì pacificamente lì. Gli studiosi mettono persino in discussione come Tavernier abbia incontrato la gemma, poiché un secondo diamante non si è mai visto e nessun altro ha mai trovato la statua in questione.

Anche Louis sfuggì alla sfortuna nonostante fosse proprietario del "French Blue", come veniva chiamata la Speranza. Tuttavia, uno dei discendenti di Louis che ha ereditato la pietra non è stato così fortunato. Il re Luigi XVI e la sua regina, Maria Antonietta, persero la testa alla ghigliottina durante la Rivoluzione francese e i loro gioielli della corona, tra cui il diamante, furono saccheggiati dai ladri. [Come sono fatti i diamanti falsi?]

Un frammento del francese blu è riemerso a Londra due decenni dopo, e il finanziere Henry Philip Hope l'ha acquistato nel 1839 (il diamante è ora conosciuto con il nome della famiglia). La "maledizione" della pietra saltò su Henry, ma scese con una vendetta su un discendente, Lord Francis Hope. Dopo che Lord Francis ricevette la sua eredità all'età di 21 anni, sposò una showgirl americana di nome Mary Yohe e visse così al di là dei suoi mezzi che alla fine fu costretto a vendere il magnifico diamante e dichiarare bancarotta. La showgirl corse via con uno dei suoi rivali e alla fine morì in povertà.

Il diamante Hope ha scambiato le mani alcune volte prima che il gioielliere americano Pierre Cartier lo ottenesse, e ancora una volta la "maledizione" lo ha saltato. Infatti, gli storici sospettano che Cartier abbia abbellito alcune delle dicerie sulla maledizione per invogliare il prossimo acquirente del diamante, l'affascinante socialite di Washington Evalyn Walsh McLean, che divenne la moderna locandina per la maledizione della pietra.

McLean e suo marito l'ottennero nel 1912 e continuarono a condurre una vita notevolmente tragica. Il suo giovane figlio è stato ucciso in un incidente d'auto e sua figlia si è suicidata. Suo marito l'ha lasciata per un'altra donna e alla fine è finita in un manicomio. Nelle parole dello Smithsonian, "Più di chiunque altro, Evalyn Walsh McLean è diventata la fanciulla dei poster per la leggendaria maledizione del diamante Hope".

Il gioielliere Henry Winston acquistò il diamante dalla tenuta di McLean ed evitò la sua maledizione, finendo per venderlo allo Smithsonian National Museum of Natural History nel 1958. Anche il museo andò bene e il museo è ora sede di uno dei le migliori collezioni di gemme - ma James Todd, il postino che lo consegnò, incontrò davvero la sfortuna: fu investito da un camion (non fatalmente), sua moglie e il cane morirono poco dopo e la sua casa prese fuoco.

Forse il museo è fortunato ad essere uno dei proprietari risparmiato l'ira del diamante Hope. O forse non c'è nessuna maledizione rovinosa. Questo è ciò che il suo valore di mercato implicherebbe comunque: oggi la gemma celeste vale un quarto di miliardo di dollari.

Questo articolo è stato fornito da Life's Little Mysteries, un sito gemello di WordsSideKick.com. Seguici su Twitter @llmysteries, quindi unisciti a noi su Facebook.


Supplemento Di Video: DIAMANTE MALEDETTO w/Bommax & Gianko - Rainbow Six Road To Diamond #12.




Ricerca


Gli Uomini Rallentano Per Amore
Gli Uomini Rallentano Per Amore

Soddisfazione Coniugale Per Bambini
Soddisfazione Coniugale Per Bambini

Scienza Notizie


Vuoi Crederci? La Ricerca Ufo Governativa Non Si È Mai Fermata
Vuoi Crederci? La Ricerca Ufo Governativa Non Si È Mai Fermata

Come Sight E Sound Possono Ingannare Il Tuo Cervello
Come Sight E Sound Possono Ingannare Il Tuo Cervello

Scoperta La Più Antica Fabbrica Di Vetro Di Israele
Scoperta La Più Antica Fabbrica Di Vetro Di Israele

Come Funziona Il Sierra Club
Come Funziona Il Sierra Club

Snakebite Velenoso Catturato In Una Foto
Snakebite Velenoso Catturato In Una Foto


IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com