Per La Società Moderna, Gli Animali Sono "I Fantasmi Nella Nostra Macchina"? (Op-Ed)

{h1}

Il nuovo lungometraggio documentario "i fantasmi nella nostra macchina" esplora il modo in cui gli animali vengono utilizzati e abusati come parte della vita quotidiana nella società contemporanea.

Marc Bekoff, professore emerito dell'Università del Colorado, Boulder, è uno degli etologi cognitivi pionieristici del mondo, un Guggenheim Fellow e cofondatore di Jane Goodall di Ethologists for the Ethical Treatment of Animals. Questo saggio è adattato da uno che è apparso nella colonna di Bekoff Emozioni animali in psicologia oggi. Ha contribuito con questo articolo a WordsSideKick.com Voci esperte: Op-Ed e approfondimenti.

Nell'aprile 2013, "I fantasmi nella nostra macchina" è stato presentato in anteprima al prestigioso Hot Docs International Documentary Film Festival, ed è stato rapidamente votato come uno dei dieci preferiti del pubblico.

Il lungometraggio, diretto da Liz Marshall, ha la sua attesissima versione americana l'8 novembre a New York, seguita da Los Angeles e altre città da annunciare.

Un film incredibile e lungimirante segue la fotografa di fama internazionale Jo-Anne McArthur nel corso di un anno mentre documenta le storie di singoli animali non umani (animali) che sono catturati nella rete della cosiddetta "società civilizzata" in gli Stati Uniti, il Canada e l'Europa. Così facendo, introduce il pubblico agli esseri senzienti che sono i "fantasmi" del nostro motore sociale e ci confronta con l'irresistibile domanda: "Ti sei mai chiesto come, e perché, la nostra specie è riuscita a sviluppare un tale sofisticato, macchina ben oliata che chiamiamo "società moderna"? "

Nel trailer del film, dove alcune inquietanti immagini sono abbinate a una bella prosa, la McArthur afferma di sentirsi come un "fotografo di guerra", perché la società sta davvero conducendo una guerra contro altri animali, poiché li sfruttifichiamo sfrenatamente in una miriade di modi. McArthur si chiede anche come e perché le persone lasciano così facilmente dietro di sé gli animali e si allontanano da questi incredibili individui mentre attraversiamo i nostri giorni in modi senza mente e senza cuore.

Un esperimento mentale

Per iniziare a trovare alcune risposte a domande così importanti e scoraggianti, prova questo semplice esperimento di pensiero. Portare via i miliardi di animali che soffrono nelle fattorie, quegli animali che costituiscono la dieta umana e sono chiamati nomi come "carne", "pancetta", "maiale" e "salsiccia" per mettere la distanza tra noi e gli esseri senzienti che lo sono davvero. Porta via i miliardi di animali che vengono utilizzati nella ricerca, in modo che le persone possano vivere un po 'più a lungo e in modo più confortevole. Porta via anche tutti gli animali che sono costretti a saltare attraverso cerchi e anelli di fuoco nei circhi e che sono addestrati o "spezzati" per compiere atti stupidi e innaturali unicamente per l'intrattenimento della gente. E, non dimenticare quegli animali che sono tenuti prigionieri in zoo e acquari per soddisfare la curiosità delle persone e che non ottengono nulla dal perdere tutte le loro libertà.

Se sei un esperto d'attualità - ricercatore, business leader, autore o innovatore - e vorresti contribuire con un pezzo editoriale, inviaci un'email qui.

Se sei un esperto d'attualità - ricercatore, business leader, autore o innovatore - e vorresti contribuire con un pezzo editoriale, inviaci un'email qui.

C'è più. Porta via gli animali sparati, fatti esplodere, avvelenati e irradiati in modo che i militari possano trovare modi più efficaci per uccidere altri esseri umani nelle guerre in cui la società si impegna. E, infine, rimuovere gli animali la cui pelle e pelliccia servono ai gusti della moda dell'umanità, quegli esseri che scegliamo di indossare quando ci sono numerose e più efficaci alternative non animali.

Ora chiedi, chi'S sinistra? Nota Io uso la parola "chi", non "cosa", perché gli animali sono soggetti di una vita, non mere proprietà o oggetti, sebbene siano trattati come se fossero elementi insensati da usare, tuttavia le persone scelgono di usarli. Gli esseri umani sono davvero la specie più potente sulla terra e prendiamo costantemente decisioni su chi vive, chi muore e perché.

Il "Fantasmi nella nostra macchina"invita il pubblico a riflettere sugli atteggiamenti e le norme di una cosiddetta "cultura contemporanea eccezionale" introducendo individuale e denominati animali - mucche, tacchini, delfini, scimpanzé - il cui dolore, sofferenza e morte sono una parte importante del motivo per cui la nostra specie fa affermazioni di superiorità e dominio sugli altri animali. Il film chiede che le persone considerino e cambino il fatto che tutti gli esseri non umani senzienti sono ancora considerati proprietà di proprietà ai sensi della legge.

Anche il dolore e la morte degli animali fanno male alla società

"I fantasmi nella nostra macchina"inoltre incoraggia le persone a pensare a un percorso in avanti per la nostra specie che non faccia affidamento sullo sfruttamento di altri animali, ma invece costringa le persone a creare una cultura compassionevole ed empatica che sia veramente avanzata e compiuta come affermiamo che sia. Il futuro deve essere un "viaggio senza fantasmi" per la nostra specie su cui espandiamo la nostra impronta di compassione per includere tutti gli altri animali. [Quando gli animali soffrono, il Paese paga un prezzo (Op-Ed)]

Gli esseri animali non umani sono non semplici fantasmi, e la società non può continuare a costruire sulle spalle di questi individui. Sono esseri reali e sono senzienti e si preoccupano profondamente di ciò che accade a loro e alla loro famiglia, ai loro amici e alle loro case. Affermare che non sappiamo ancora se altri animali siano esseri consapevoli è ignorare una quantità incredibile di dati scientifici dettagliati ed è completamente irresponsabile.

Oltre la mia ricerca, nel 2009 mi è stato chiesto di scrivere su emozioni animali per Psicologia oggi. Da allora ho scritto circa 500 saggi sul campo dell'antrozoologia - lo studio delle relazioni uomo-animale - che è cresciuto in modo esponenziale.

Nel mio nuovo libro, Perché i cani e le api si deprimono (New World Library, 2013), Ho aggiornato molti di quei saggi, oltre 100 in mostra le affascinanti capacità cognitive di altri animali e la loro empatia, compassione, dolore, umorismo, gioia e amore. I cani si piegano per una grande varietà di motivi (vedi questo saggio) e le api si deprimono proprio come fanno le persone. Melissa Bateson della Newcastle University e i suoi colleghi hanno dimostrato che quando le api sono stressate, mostrano una maggiore aspettativa di risultati negativi. In altre parole, diventano pessimisti. Quando si osserva un comportamento simile nei vertebrati, si spiega che ha una base emotiva. Le api hanno anche mostrato livelli alterati di sostanze neurochimiche (dopamina, serotonina e octopamina) associate alla depressione.

Sappiamo anche che le balene megattere proteggono le balene grigie dagli attacchi orca; i cani da combattimento e altri animali soffrono di PTSD; molti animali fabbricano e usano strumenti complessi; e polli, ratti e topi mostrano empatia.

Vivere secondo gli standard della società

Dobbiamo utilizzare la lungamente attesa Dichiarazione di Cambridge sulla Coscienza e la Dichiarazione Universale sulla Sensibilità degli Animali per proteggere altri animali da danni intenzionali e non necessari. Francamente non vedo come chiunque abbia lavorato a stretto contatto con una vasta gamma di animali, o che abbia vissuto con animali da compagnia, possa rimanere incerto e agnostico sul fatto che siano coscienti e sentano gli individui.

L'unica via da seguire è quella di utilizzare ciò che le persone conoscono riguardo alla sensibilità animale per proteggere gli animali, quindi queste informazioni dovere essere incorporato in leggi e regolamenti che disciplinano il modo in cui tali esseri vengono utilizzati. Sfortunatamente, negli Stati Uniti, questa informazione non è stata utilizzata per conto di animali e miliardi di persone continuano a soffrire e morire ogni anno a causa di questa comoda supervisione.

Il tormento biasimevole e inutile al quale sottoponiamo miliardi di affascinanti animali mentre ci allontaniamo da loro è assolutamente vergognoso e non è affatto lusinghiero per chi siamo noi umani. È anche essenziale riconoscere che anche noi stessi soffriamo profondamente per le indegnità a cui sottoponiamo gli altri animali. Spesso non ci rendiamo conto che possiamo sperimentare quello che viene chiamato trauma secondario a causa dei nostri sforzi per alleviare l'incredibile trauma a cui esponiamo altri esseri animali. Questo trauma può portare al burnout a causa del lavoro disinteressato in cui partecipano molti sostenitori di animali. Il dolore e la morte degli animali ci feriscono tutti.

Jo-Anne McArthur crede che siamo davvero una specie compassionevole e che quando viene offerta l'opportunità di prendersi cura, la stragrande maggioranza delle persone farà qualcosa per gli altri animali. Non potrei essere più d'accordo. Come sostiene lo psicologo dell'Università della California Dacher Keltner, siamo nati per essere buoni. Sfruttiamo la nostra innata compassione ed empatia per rendere il mondo una casa migliore e più pacifica per tutti gli esseri.

La società ha bisogno di occuparsi di altri animali e di lavorare come comunità unificata per sfruttare la nostra innata bontà, gentilezza, compassione ed empatia a lavorare per conto di altri animali che dipendono dalla nostra buona volontà per la loro stessa sopravvivenza. Non possiamo fare di meno. Abbiamo bisogno che i giovani prendano parte a questo movimento pacifico e globale perché sono ambasciatori del futuro del nostro unico ed unico pianeta. Dobbiamo smettere di ignorare la natura e porre fine alla guerra diffusa e senza cuore su altri animali ora. Mentre lo facciamo, tutti gli animali, non umani e umani, trarranno grandi benefici.

Chiaramente, i nostri modi bellici non hanno funzionato, quindi diamo pace, compassione, empatia e amiamo la possibilità che meritano. Sono sicuro che ci piacerà quello che vediamo mentre il futuro si svolge. E, sono sicuro che altri animali ci ringrazieranno per i nostri sforzi. I fantasmi nella nostra macchina è una mossa molto importante nella giusta direzione.

Nota dell'autore: Ringrazio il dott. Lori Marino, direttore esecutivo del Kimmela Center for Animal Advocacy, per aver richiamato la mia attenzione su questo documentario e per aver contribuito a questo saggio.

L'Op-Ed più recente di Bekoff è stato "Le scansioni rivelano una somiglianza sorprendente tra le menti umane e canine. "Questo articolo è stato adattato da"I fantasmi nella nostra macchina: premiato documentario negli Stati Uniti" nel Psicologia oggi. Le opinioni espresse sono quelle dell'autore e non riflettono necessariamente le opinioni dell'editore. Questa versione dell'articolo è stata originariamente pubblicata su WordsSideKick.com.


Supplemento Di Video: Noi e i Popoli Del Cosmo: Pier Giorgio Caria.




Ricerca


Attacchi Di Squali A Un Massimo Record Nel 2015
Attacchi Di Squali A Un Massimo Record Nel 2015

Le Api Danzanti Parlano Nel Codice
Le Api Danzanti Parlano Nel Codice

Scienza Notizie


Arma Segreta? Le Teorie Della Cospirazione Abbondano Mentre L'Esercito Americano Chiude Haarp
Arma Segreta? Le Teorie Della Cospirazione Abbondano Mentre L'Esercito Americano Chiude Haarp

Scienziati Che Si Chiudono Sulla Teoria Della Coscienza
Scienziati Che Si Chiudono Sulla Teoria Della Coscienza

I Vampiri Plant Succhiano I Geni Delle Vittime Mentre Si Alimentano
I Vampiri Plant Succhiano I Geni Delle Vittime Mentre Si Alimentano

Gli Umani Vomitano Più Anidride Carbonica Di Tutti I Vulcani Della Terra
Gli Umani Vomitano Più Anidride Carbonica Di Tutti I Vulcani Della Terra

Vedere Uno, Uno Desidera: Le Radici Di 'Baby Fever'
Vedere Uno, Uno Desidera: Le Radici Di 'Baby Fever'


IT.WordsSideKick.com
Tutti I Diritti Riservati!
La Riproduzione Di Qualsiasi Materiale Consentito Prostanovkoy Unico Collegamento Attivo A Un Luogo IT.WordsSideKick.com

© 2005–2019 IT.WordsSideKick.com